Codici lancia l’allarme: attenzione ai preservatici contraffatti, si rompono 10 volte di più di quelli a norma e non garantiscono dai rapporti a rischio!

Vediamo meglio il perché di tanta emergenza. La pericolosità dei prodotti deriva dalla loro scarsa resistenza: gli esperti affermano che i condom contraffatti, a causa della mancanza di lubrificazione, tenderebbero a rompersi appunto dieci volte più facilmente di quelli originali, aumentando sia il rischio di gravidanze indesiderate che di malattie sessualmente trasmissibili. Inoltre, i prodotti contraffatti, molti dei quali provengono dalla Cina, non sono adeguatamente sterilizzati e non sono fabbricati utilizzando procedimenti sicuri per la salute dei consumatori. A volte, infatti, la lubrificazione viene fatta usando oli vegetali che a lungo andare possono far marcire il lattice.

Il pericolo è che consumatori sprovveduti possano essere attirati dai prezzi più bassi e dalla facilità dell’acquisto online, incorrendo così in importanti pericoli per la propria salute. Il rischio è di portata molto rilevante, soprattutto se consideriamo che l’Italia è un proficuo terreno di passaggio di merce illegale proveniente dall’Asia, compresi anche i profilattici. Lo hanno confermato i funzionari della Dogana di Gioia Tauro e la Guardia di Finanza, che nel 2012 hanno sequestrato un carico 90.000 condom contraffatti destinati ad essere piazzati in Albania.

Insomma, attenzione ai preservativi contraffatti, i rischi per la salute sono elevatissimi!