Il Codacons boccia il piano dell’Atac che prevederebbe, secondo quanto riportato in queste ore dagli organi di stampa, l’installazione di microfoni su autobus e tram per garantire una maggiore sicurezza e contrastare i crimini sui mezzi pubblici.
“Non è in alcun modo realizzabile un simile provvedimento, perché violerebbe in modo palese la privacy degli utenti del trasporto pubblico – spiega il Presidente Carlo Rienzi – Ciò che invece riteniamo utile al fine di garantire una maggiore sicurezza degli utenti e contrastare i crimini, è dotare bus e tram di microfoni e videocamere, attivabili dai conducenti solo ed esclusivamente in situazioni di reale pericolo o emergenza. Una misura questa che potrebbe ottenere il benestare del Garante per la protezione dei dati personali – al quale chiediamo oggi un intervento urgente sulla questione – garantendo la tutela della privacy degli utenti e al tempo stesso una maggiore sicurezza sui mezzi pubblici.