Suggerimenti per gli innamorati in cerca di un regalo online
Di Jerome Sicard, Regional Manager, Southern Europe di MarkMonitor ®

Tra pochi giorni sarà San Valentino e per molti è già iniziata la ricerca del regalo perfetto adatto a stupire la propria metà.
Per molti consumatori spesso la ricerca inizia online, canale privilegiato per la ricerca di idee.
Sempre più spesso i siti web diventano anche il punto di arrivo dove si conclude il vero e proprio acquisto, complice la varietà di prodotti disponibili, la comodità e velocità d’acquisto e spesso anche la possibilità di risparmio: il 35% degli acquirenti ritiene che i prodotti online siano più convenienti.
L’e-commerce inoltre, non conosce distinzioni di genere: fra i “grossi acquirenti” troviamo che il numero di uomini e donne che acquistano online sia quasi lo stesso (76%) secondo una ricerca dell’Osservatorio sull’e-commerce Ipsos-Webloyalty, condotto su 1500 consumatori online nel nostro Paese. Per quanto riguarda le fasce d’età, una bella percentuale di consumatori ha dai 65 anni in su, probabilmente una diretta conseguenza dalla diffusione di tablet e smartphone.
Mentre l’e-commerce sta diventando una pratica di massa, che interessa sia giovani che adulti, sia donne che uomini, anche il pericolo di acquistare prodotti contraffatti cresce: evitare la delusione post acquisto soprattutto in occasioni speciali come San Valentino diventa cruciale.
Markmonitor, azienda che si occupa di protezione del brand, allerta i consumatori con alcuni accorgimenti che si possono seguire per acquistare online in tutta sicurezza:
1.​Fai attenzione a ciò che cerchi
I contraffattori usano parole chiave “stagionali” come Natale, San Valentino, Back to School, a loro vantaggio. Inoltre, spesso aggiungono termini come ‘offerta’ o ‘sconto’ insieme al nome del prodotto o della categoria.
2.​Fidati, ma verifica
Usa il buon senso ed evita offerte che sembrano poco realistiche.
3.​Usa il buon senso
Prenditi del tempo per esaminare il sito dove stai per acquistare per assicurarti che non venda prodotti contraffatti. Non avere fretta di rispondere alle e-mail con offerte che ti promettono occasioni “solo per oggi” e ti avvertono che il tempo sta per scadere. Diffidate degli articoli in vendita molto scontati. Come dice il proverbio, non è oro tutto quello che luccica. I contraffattori sono diventati più sofisticati nelle loro tecniche di pricing, e convincono ignari consumatori con la promessa del migliore affare di sempre.
4.​Non tralasciare i particolari
“I truffatori registreranno un indirizzo web errato, una pratica nota come “typosquatting”, commenta Sicard. “Leggi con attenzione l’indirizzo del sito web, se l’ortografia è scorretta, si tratta di una truffa. Osserva qualche pagina del sito prima di fare acquisti. I “Brandjackers non sono sempre così attenti alla pagina “Informazioni”, o alla pagina delle FAQ o a quella della “Società”. Ecco perché è possibile che ci siano pagine con errori di ortografia e non professionali, scritte in un italiano semplice, o altri segnali di avvertimento. Continua Sicard: “Cerca le informazioni sulle politiche di reso e l’informativa sulla privacy sul sito. I truffatori di solito non si preoccupano di questi dettagli.”
5.​Alza le difese
Questa è la stagione dei virus, insieme a tutte le e-cards e agli screensaver stagionali. Quindi installa un software antivirus e aggiornalo prima di iniziare il tuo shopping delle feste per bloccare i truffatori dall’invio di spyware e virus.
6.​Controlla le opzioni di pagamento
Non cadere nei siti web illegali che offrono tablet a metà prezzo o la spedizione nello stesso giorno su prodotti che non sono in stock. Segui questi tre suggerimenti per acquistare in maniera sicura:
– Fai attenzione ai messaggi di posta elettronica che presentano collegamenti a informazioni sulla spedizione. Salva i numeri dei tuoi ordini online in modo da poterli confrontare con l’e-mail. Se non corrispondono, si tratta di una truffa.
– Non inserire il numero di carta di credito nei pop-up che appaiono su schermo, si tratta di uno degli strumenti prediletto dai truffatori per raccogliere informazioni. “Un venditore regolare ti chiederà di creare e accedere a un account per comunicare con te, non invierà link via e-mail.
– Alcuni siti inoltre danno la possibilità di utilizzare altre modalità di pagamento per gli ordini on-line, come ad esempio servizi di pagamento di terze parti.”
7.​Un occhio alla reputazione
Il sito del rivenditore è menzionato su uno qualsiasi dei siti di allarme truffa? Fai una ricerca utilizzando i termini ‘venditore + truffa’ e osservane i risultati.
8.​Attenzione ai nuovi gTLD (general Top Level Domains)
I consumatori dallo scorso Novembre devono anche fare attenzione anche alle nuove estensioni dei gTLD (general Top Level Domains): E’ stata fatta la richiesta per il .love, .deal, .jewelry o .diamonds per citarne alcuni, e, quando verranno attivati, le aziende potranno pianificare nuove campagne marketing vantaggiose e interessanti per i consumatori, ma che potrebbero nascondere delle insidie/truffe online. Conclude Sicard: “I nuovi gTLD stanno aprendo un nuovo mondo di opportunità per tutti gli operatori del commerce online. Stiamo lavorando a stretto contatto con i nostri clienti per essere pronti a proteggere il loro brand online da possibili attacchi dai professionisti del crimine online che operano pari passo delle nuove tecnologie.”