E’ inodore e non si vede, tuttavia è molto presente nelle nostre case e anche in quei luoghi che riteniamo incontaminati e che scegliamo per i nostri momenti di relax. L’Italia è uno dei paesi in cui la presenza di radon è superiore rispetto alla media mondiale: le regioni dove si registra maggior presenza del gas in questione sono la Lombardia ed il Lazio.

A causa della differenza di pressione tra indoor ed outdoor, il radon viene risucchiato anche all’interno delle abitazioni, dove si annida, ristagna ed emette particelle radioattive come il polonio 238 o il piombo 214, responsabili del 99% delle radiazioni assorbite dai polmoni. Per limitare l’influenza del radon sul nostro corpo è opportuno: smettere di fumare, mangiare con frequenza alimenti protettivi come pomodori, carote e olio di oliva ed aprire più volte le finestre di casa durante il giorno.

Approfondimento