500 euro mensili per un delizioso appartamento nel centro storico di Roma, affaccio sul Largo Argentina, completo di tutti i confort, compresa la tv al plasma. Miracoloso affare? No, è una truffa! Ebbene si, il pericolo di incorrere nelle frodi si cela dietro ogni angolo, anche in quelli telematici.

Il Codici aveva già parlato dell’ultima frontiera delle truffe immobiliari, ma ora ritorna sull’argomento in maniera più dettagliata, con un video che mostra nei dettagli i meccanismi e le modalità della truffa che maggiormente sta prendendo il sopravvento nell’ultimo periodo. Vediamo come funziona l’inganno.

Il sito che ospita l’annuncio truffaldino stavolta è www.attico.it, ma potenzialmente ogni sito immobiliare può contenerne, visto che per inserire un annuncio non ci sono controlli stringenti a cui l’utente deve sottostare. Il servizio di Spazioconsumatori mostra, come già accennato, l’annuncio di un delizioso appartamento ad un costo eccessivamente conveniente. Il nostro operatore si finge interessato all’appartamento e riceve quasi immediatamente la risposta della proprietaria, una persona dal nome straniero che conferma quanto scritto online. Vedere la casa risulta però alquanto difficile: la signora, infatti, sostiene di abitare a Siracusa, di essere molto impegnata con il lavoro e di aver accumulato delle brutte esperienze con gli inquilini.

Attraverso lo scambio di mail, dopo poco si svela la truffa: per vedere l’appartamento il nostro operatore deve dimostrare di essere seriamente interessato. Deve recarsi in una sede Western Union ed effettuare un trasferimento di 1000 euro a favore di un suo familiare. Infine deve inviare la copia scannerizzata della ricevuta a un indirizzo mail, che dovrebbe corrispondere ad un’agenzia di Dhl. Solo a quel punto, la presunta proprietaria spedirà le chiavi dell’appartamento al potenziale coinquilino, che potrà finalmente vedere l’immobile.

In realtà, una volta inviati i propri dati personali e la ricevuta del versamento i mille euro spariscono e delle chiavi nemmeno l’ombra. Sono tanti i cittadini caduti nella trappola, i siti immobiliari sono pieni di annunci di questo tipo.

“Riconoscere le truffe nel mercato immobiliare è facile, basta adottare delle semplici precauzioni – commenta Ivano Giacomelli, Segretario Nazionale del Codici – Innanzitutto bisogna insospettirsi degli annunci che espongono prezzi sostanzialmente inferiori a quelli di mercato. Si consiglia, inoltre, di visionare sempre preventivamente l’immobile, avvalendosi anche dell’aiuto di esperti del settore per valutare la regolarità delle condizioni esistenti. Attenzione, inoltre, alle forme di pagamento utilizzate e all’invio di denaro a persone di cui non si conosce con certezza l’affidabilità”.

Il Codici invita le autorità competenti ad indagare sul comportamento fraudolento al fine di punire responsabili. Per vedere il servizio completo “Annunci immobiliari, occhio alla truffa!” è possibile cliccare qui.