Roma, 9 aprile 2014 – Le associazioni dei consumatori Assoutenti, Casa del Consumatore, Codici, Confconsumatori e  Unione Nazionale Consumatori, sostengono e aderiscono al progetto di riforma del settore RC Auto ispiratosi alla “Carta di Bologna” e presentato oggi a Roma nell’Auletta dei Gruppi parlamentari assieme a Federcarrozzieri, alle Associazioni Vittime della strada e a quelle dei medici, degli avvocati, e dei patrocinatori del settore.

In particolare ribadiscono la necessità di introdurre: la portabilità della polizza, la terzietà  del perito nella valutazione del danno, la libertà di scegliere il riparatore di fiducia, e un’effettiva indipendenza delle autorità di controllo.

Chiedono al Ministro Guidi l’atto politico di ritirare il Decreto Legge RC Auto presentato all’indomani della bocciatura dell’art. 8 del decreto Destinazione Italia, per dimostrare una rinnovata capacità di ascolto verso i consumatori e gli operatori del settore.