Nella prima parte dell’incontro, alla presenza anche dell’ANIA, è proseguito il confronto sul tema della Conciliazione Paritetica per i sinistri rc auto, finalizzato a rafforzarne la conoscenza presso l’utenza e a rimuovere le criticità che hanno sinora ostacolato un suo più ampio utilizzo. In tale sessione Adusbef ha partecipato in qualità di uditore.
La discussione ha riguardato gli sviluppi del progetto che l’ANIA sta realizzando per creare un portale dedicato alla Conciliazione e rivolto al grande pubblico, con l’obiettivo di ampliare i canali di accesso alla procedura e fornire a tutti i soggetti coinvolti (consumatori, agenti, conciliatori) i supporti informativi necessari per un suo efficace utilizzo. Attraverso il portale ogni cittadino potrà inoltrare la propria richiesta di adesione alla procedura, designare l’Associazione dei consumatori chiamata a rappresentarlo e conoscere, in tempo reale, lo stato della procedura. Il progetto – che dovrebbe essere ultimato entro il prossimo autunno – vedrà il coinvolgimento delle Associazioni dei Consumatori. Tutti i partecipanti hanno ritenuto che, per assicurare il buon esito della procedura, è necessario sia il coinvolgimento delle reti distributive – primo punto di contatto sul territorio per i consumatori – sia un’ampia azione di formazione rivolta a tutti gli attori coinvolti nel processo, ivi compresi i conciliatori.
Nella seconda parte dell’incontro l’IVASS ha fornito alle Associazioni dei Consumatori aggiornamenti sulle azioni di vigilanza che sta portando avanti, in collaborazione con AGCM, con l’Autorità della Energia e con Banca d’Italia, sulla base dei risultati della indagine condotta sulle polizze abbinate a contratti non assicurativi, relativamente al settore delle Public Utilities e del settore bancario. Aggiornamenti sono stati forniti anche sulle azioni avviate a seguito dell’indagine condotta sulle modalità operative dei siti comparativi.
Sono state raccolte dalle Associazioni proposte per nuove aree di indagine di particolare interesse per i consumatori, tra le quali rilevano in particolare le tematiche relative ai contratti di RC Professionale, al collocamento dei Prodotti Vita e alle Polizze “dormienti”.
Sono state infine illustrate dall’IVASS le possibili linee di intervento regolamentare, da sviluppare nel 2015, volte alla semplificazione della documentazione precontrattuale destinata ai clienti (Nota Informativa) relativa alle polizze danni, al fine di acquisire i contributi delle Associazioni.
A conclusione dell’incontro l’IVASS ha valutato positivamente la soluzione tecnologica in corso di realizzazione da parte dell’ANIA e apprezzato il proficuo apporto delle Associazioni su tutti i temi in discussione, auspicando di proseguire nel costruttivo confronto particolarmente utile per la tutela dei consumatori.

La data del prossimo incontro è stata fissata per il 23 marzo 2015.