Oltre 5,5 milioni e mezzo di cause civili sono al momento pendenti in Italia sulle polizze. Di queste, 250mila riguardano le assicurazioni obbligatorie per le auto. A rendere ancora più nero il quadro, offerto questa mattina alla sede dell’IVASS durante l’incontro fra le Associazioni dei consumatori e l’Ania (associazione nazionale assicuratori), è un altro dato: il numero di tentativi di conciliazione paritetiche fermo a 190.

“Un risultato deludente – commentano Ivano Giacomelli, Segretario Nazionale CODICI, e Luigi Gabriele, Responsabile Affari Istituzionali CODICI – a cui la nostra associazione, durante la riunione, ha offerto due soluzioni: fare uno sconto sulla polizza su chi sceglie di non adire le vie legali oppure rendere la conciliazione obbligatoria, tutto questo però sotto l’egida dell’IVASS”.