Grande soddisfazione da parte dei partecipanti e degli organizzatori, al termine della prima giornata del corso di formazione tenuto dalle Associazioni dei Consumatori nella sede centrale della società di recupero crediti, Euro Service Spa. L’iniziativa, nata in seguito alla firma dell’Accordo Quadro tra l’azienda Euro Service Spa e alcune tra le maggiori Associazioni dei Consumatori, avrà una durata trimestrale e sarà inizialmente rivolto al midde & top management della società, per poi coinvolgere tutti gli operatori del gruppo. Uno strumento irrinunciabile per favorire la contaminazione tra le parti e ottenere procedure condivise e in grado di tenere conto delle esigenze di tutti.
Il primo incontro formativo si è svolto il 15 ottobre ed è stato tenuto dall’avvocato Gianluca Di Ascenzo (Codacons) e dall’avvocato Alessandra Paradisi (Movimento Difesa del Cittadino). Temi centrali del corso: il trattamento dei dati personali e le pratiche commerciali scorrette. In aula erano presenti i responsabili delle risorse umane, della formazione e i team leader dell’azienda.
Nel corso dell’appuntamento sono state individuate le misure alle quali attenersi al fine di rendere i trattamenti dei dati personali conformi alle regole vigenti, per non incorrere in sanzioni e operare nel pieno rispetto dei diritti dei consumatori. Approfondito il tema delle pratiche commerciali scorrette e aggressive, quei comportamenti messi in atto al fine di condizionare la volontà del consumatore e che molto spesso spingono il cittadino a procedere al pagamento (aldilà della fondatezza del debito) per il timore di dover affrontare un contenzioso giudiziario. Esaminati, inoltre, una serie di comportamenti scorretti tenuti da alcune società di recupero e che hanno portato a sanzioni da parte dell’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato. Perentorio dunque l’invito da parte delle Associazioni dei Consumatori (in particolare dell’avvocato Paradisi) a escludere dalla propria attività la massima machiavellica “il fine giustifica i mezzi”, in favore di atteggiamenti rispettosi della normativa vigente e corretti nei confronti dei consumatori.
L’incontro è stato, inoltre, l’occasione per esaminare, insieme alle Associazioni dei Consumatori, i casi che gli operatori del settore si sono trovati ad affrontare nello svolgimento della propria attività.
Gli esponenti dell’azienda e le Associazioni dei Consumatori torneranno in aula mercoledì 23 ottobre
.