La “ricetta” di Adiconsum per la ripresa dei consumi consta di 5 “ingredienti”

Nessuno ha mai detto che gli 80 euro non siano un provvedimento importante – dichiara Pietro Giordano, Presidente nazionale di Adiconsum – commentando le parole del Presidente del Consiglio, Matteo Renzi.

Gli 80 euro hanno rappresentato un primo segno tangibile – prosegue Giordano – segno che se non seguito, però, da una sua stabilizzazione ed estensione anche ai pensionati, alle famiglie monoreddito e agli incapienti, non sarà in grado di portare all’auspicata ripresa dei consumi. Gli 80 euro non possono nulla se non si provvede subito all’abbattimento della tassazione attuale.

Al Governo Renzi – continua Giordano – proponiamo la nostra “ricetta” di per il rilancio dei consumi. Questi sono i 5 “ingredienti” di cui ha bisogno per riuscire:

1. trasformazione degli 80 euro in misura strutturale e continuativa per i redditi da lavoro dipendente da estendere anche ai redditi da pensione
2. taglio del cuneo fiscale con abbattimento della tassazione sui lavoratori dipendenti e sulle imprese
3. defiscalizzazione degli investimenti delle aziende che creano lavoro per i giovani e le donne, che invece di licenziare ricorrono a contratti di solidarietà o che producono beni/servizi nel rispetto dei consumatori
4. defiscalizzazione sull’acquisto di prodotti e servizi realizzati tenendo conto della sostenibilità ambientale, sociale ed economica sul modello degli incentivi al risparmio energetico
5. realizzazione di fondi di solidarietà privati capaci di intervenire a favore delle famiglie in stato di bisogno sul modello realizzato con la sospensione della rata per i mutui casa.