Perche’ questo convegno?
Dobbiamo parlare del futuro dell’energia in Italia e di come le fonti rinnovabili possono contribuire a risolvere i problemi di sicurezza e costi del sistema energetico italiano. E’ di questo che abbiamo bisogno oggi, perché le condizioni nelle quali gli impianti da fonti rinnovabili possono operare oggi è profondamente diverso dal passato, per ragioni legate all’efficienza degli impianti e alle profonde modifiche del mercato elettrico a seguito della crisi. E abbiamo l’obbligo di farlo per ragioni ambientali, legate alla drammatica evoluzione delle emissioni di gas serra, e per dare risposta alla domanda di riduzione delle bollette che proviene dai consumatori, famiglie e imprese. Due errori non dobbiamo però commettere se vogliamo sul serio puntare lo sguardo sul futuro. Pensare che la soluzione stia solo nella componente A3, e continuare a intervenire in modo retroattivo sugli incentivi e a mettere paletti per cambiamenti che sono nell’interesse dei consumatori, del Paese e dell’ambiente.

9.30 – 10.00 Le proposte del Coordinamento FREE
Edoardo Zanchni

10.00 – 10.15 Il ruolo dei consumatori
Pietro Giordano, Adiconsum

10.15- 10.30 L’effetto delle FER sul prezzo dell’energia
Carlo Durante, eLeMens

10:30 – 11:30 Le opinioni dei consumatori
Federconsumatori, Codici, Movimento difesa del cittadino, Adoc, Movimento consumatori

11.30- 12.45 Tavola Rotonda:
Guido Bortoni, Agostino Re Rebaudengo Chicco Testa , Simone Togni, Paolo Vigevano
Coordina: Jacopo Giliberto

12.45-13.00 Intervento del Direttore generale per il mercato elettrico, le rinnovabili e l’efficienza energetica, il nucleare del Ministero dello Sviluppo Economico
Sara Romano

13.00 Conclusioni
G.B. Zorzoli