Codici il 25 gennaio aveva già inviato un esposto alla Procura della Repubblica per far luce sulla vicenda. Simpatico scherzetto quello subito dagli autoriparatori romani, che non hanno neanche potuto iniziare la corsa (impossibile) per ottenere i rimborsi dei bollini blu invenduti, visto che il termine per la richiesta era già scaduto. Il Codici si era già interessato alla problematica questione, visto che, tempo fa, il Comune di Roma aveva ritirato molto in ritardo rispetto al resto della Penisola il tagliando sulle emissioni inquinanti di auto e moto.

Leggi tutto