La situazione dei rifiuti a Roma è disastrosa. La criticità in cui versa la città, e non solo in periferia, è ormai nota. I rifiuti sovrastano i marciapiedi e le postazioni dei cassonetti per la raccolta differenziata stradale vengono invase da spazzatura. Sicuramente l’amministrazione non pone un freno al degrado in cui si è costretti a vivere, ma gran parte della responsabilità resta dei cittadini che gravano su una situazione già di per sé tragica, rendendo la città una discarica a cielo aperto.

La noncuranza e gli atteggiamenti scorretti dei singoli cittadini e delle più grandi attività commerciali, mina il decoro pubblico e rende insostenibile la situazione.

Dichiara Luigi Gabriele Affari Istituzionali Codici – siano applicate durissime sanzioni a coloro che gettano i rifiuti ingombranti per strada, vicino ai cassonetti, invece che nelle apposite aree predisposte alla smaltimento di tali rifiuti. Addirittura vengono abbandonati fusti di olio usati ,com’è possibile vedere dall’ultima testimonianza giunta alla nostra associazione, prova di quanto quotidianamente avviene nella capitale. Non è un atteggiamento tollerabile. Per questo sarebbe opportuno che il Sindaco istituisca presidi di polizia locale, in particolare, nei pressi di attività commerciali, bar, ristoranti, negozi di alimentari che, troppo spesso, non rispettano le regole nello smaltimento rifiuti, gettando, senza curarsene minimamente, i rifiuti al ciglio della strada.