“Ai Fori Imperiali vendere acqua abusivamente è facile e remunerativo: ti permette di avere
macchine all’ultima moda e di muoverti indisturbato nelle zone a traffico limitato della Capitale!”. Lo ha affermato con tono sarcastico il responsabile relazioni istituzionali del Centro per i diritti del cittadino (Codici) Luigi Gabriele, secondo il quale mezzo litro di minerale venduta in strada nel centro di Roma dagli abusivi può costare fino a 3 euro.

“Ci sono segnalazioni di cittadini stanchi di assistere a scene di degrado, abusivismo e irregolarità, che non fanno altro che rovinare la bellezza di una delle città più ammirate al mondo – ha detto Gabriele in una nota -. I cittadini, infatti,raccontano di venditori abusivi di acqua, in attesa dei numerosi turisti assetati che visitano la Capitale, nella zona dei Fori Imperiali, direttamente nei pressi della zona archeologica.

Arrivano con macchine di buona qualità, non curanti della ztl, e non si fanno scrupoli nemmeno al passaggio delle autorità”.

Alla polizia municipale, interpellata in proposito, risulta la vendita abusiva di acqua in strada – diversi sequestri sono stati compiuti anche nel recente passato -, ma non l’uso di macchine potenti per rifornire i venditori. Né la violazione sistematica della zona a traffico limitato, da parte dei ‘fornitori’.

“Ci rivolgiamo nuovamente al Sindaco Marino e all’assessore Masini – conclude il Codici – Basta con degrado e incuria, la bellezza della città va preservata e coltivata, altrimenti la grande bruttezza prenderà il sopravvento”.(ANSA).