In seguito al calo delle multe del 2016, nella riforma del contratto decentrato dei 23mila dipendenti comunali, potrebbe esserci la misura del “bonus multe”.

Parrebbe proprio che queste ultime diventeranno il metro attraverso cui misurare le prestazioni dei pizzardoni: questo è il modo per far fronte alla discutibile produttività dei vigili a Roma, incentivarli a spese dei cittadini consumatori?

Appare lampante che la loro reazione sarà quella di tappezzare la città di multe, i vigili in questo modo si sentiranno autorizzati ad assumere degli atteggiamenti spocchiosi e il risultato sarà quello di allontanare ancor di più il cittadino dal corpo di polizia locale, perché invece che sentirsi protetto si sentirà attaccato.

Codici ovviamente si augura che questa misura venga rivista, alla luce del fatto che non si può battere cassa impoverendo alcuni, sempre gli stessi, arricchendo altri con lo scopo di farli diventare più produttivi.