Purtroppo ci troviamo a dover smentire il comunicato presente sulla prima pagina di Roma Capitale in merito all’Operazione “Scuole calde”, ed all’iniziativa di tenere accesi i riscaldamenti 24 ore prima del rientro a scuola, in modo che le classi potessero essere perlomeno temperate.

Stamattina invece, almeno mille bambini dai 3 agli 11 anni, sono rimasti a scuola completamente congelati, in un complesso scolastico in zona piazza Bologna.

Nonostante le rassicurazioni da parte di Roma Capitale, stamani i riscaldamenti erano spenti e così a metà mattina i genitori si sono ritrovati a dover andare a prendere i propri figli, perdendo la mattinata di lavoro. Dentro le scuole, altro che caldo, zero gradi è stata la temperatura registrata.

Segnaliamo anche che, essendo andate in blocco per il freddo, le caldaie vanno prontamente riaccese, peccato che ci sia solamente una squadra che giri per Roma per riattivarle.

Quindi Codici chiede: una maggiore attenzione e manutenzione soprattutto per le scuole dei più piccoli, che non sono autonomi e quindi non possono tornare a casa da soli. Inoltre, che possano essere disponibili più squadre per riattivare le caldaie in questi giorni di gelo, anche perché in base alle previsioni,  non sarà certamente un episodio isolato.