Seguici su

News

ROTTAMAZIONE TER & SALDO E STRALCIO|tutto quello che devi sapere

Pubblicato

il

ROTTAMAZIONE TER – ART. 3 DL N. 119/2018

a cura dello studio Dott. Raffaello Fabiano.

Il D.L. n. 119/2018, art. 3 ha riaperto la rottamazione dei ruoli dando la possibilità ai contribuenti di definire i propri debiti con l’Agenzia delle entrate-Riscossione pagando la sola quota capitale e le somme spettanti all’Agente della riscossione. La nuova Rottamazione ter:

– amplia i ruoli definibili, includendo quelli affidati dal 30 settembre al 31 dicembre 2017 (esclusi invece dalla Rottamazione bis);

– consente il versamento degli importi dovuti in 18 rate uguali spalmate su un arco di 5 anni con interessi annui del 2% decorrenti dal 1° agosto 2019.

Possono accedere i contribuenti che:

– hanno carichi a ruolo affidati agli Agenti della riscossione (Agenzia delle entrate-Riscossione ex Equitalia o Riscossione Sicilia o Altri) dal 1° gennaio 2000 al 31 dicembre 2017;

– sono decaduti dalla rottamazione bis per mancato, tardivo o insufficiente pagamento delle rate in scadenza nei mesi di luglio, settembre e ottobre 2018, purché abbiano effettuato il pagamento dell’intero ammontare delle somme dovute, o della prima rata entro il 31 luglio 2019 

– hanno aderito alla prima rottamazione ma non l’hanno perfezionata

Tra gli importi affidati agli Agenti della riscossione dal 1° gennaio 2000 al 31 dicembre 2017 vanno considerati rottamabili anche i ruoli telematici la cui consegna formale si intende effettuata il 10 gennaio 2018 nel presupposto che gli stessi sono stati effettivamente trasmessi all’Agente della riscossione entro il 31 dicembre 2017. I carichi a ruolo relativi a violazioni del codice della strada possono essere definiti limitatamente agli interessi, compresi quelli per ritardato pagamento 
Non sono definibili:
a) debiti per risorse proprie UE e IVA riscossa all’importazione, definibili, però, in base all’art. 5, DL. n. 119/2018(v. allegato)
b) somme dovuto a titolo di recupero di aiuti di Stato;
c) crediti derivanti da pronunce di condanna della Corte dei Conti;
d) multe, ammende e sanzioni pecuniarie dovute a seguito di provvedimenti e sentenze penali di condanna; 
e) altre sanzioni diverse da quelle irrogate per violazioni tributarie o di obblighi relativi a contributi e premi previdenziali;
f) carichi emessi per il recupero di crediti tributari sorti in uno Stato membro dell’Unione Europea, in uno Stato estero aderente alla Convenzione OCSE/CoE o in uno Stato estero con cui l’Italia ha stipulato una convenzione bilaterale in materia di assistenza alla riscossione.

Contribuenti che non hanno fruito delle precedenti rottamazioni:

Presentazione Mod. DA-2018 ENTRO IL 30 aprile 2019

Comunicazione degli importi dovuti da parte di Agenzia Entrate-Riscossione: 30 giugno 2019 (posticipato al 1° luglio 2019).

Versamento della prima o unica rata31 luglio 2019 .

Rateazione: massimo 18 rate consecutive di cui: 
– 1° rata (10%) 31 luglio 2019 
– 2° rata (10%) 30 novembre 2019 (posticipata al 2 dicembre
– Restanti rate, a decorrere dal 2020, di pari ammontare: 28 febbraio, 31 maggio, 31 luglio e 30 novembre di ciascun anno.

Interessi su rateazione: 2%annuo a partire dal 1° agosto 2019.

Contribuenti riammessi che hanno versato le rate di luglio/settembre/ottobre 2018 entro il 7 dicembre 2018:

Comunicazione degli importi dovuti da parte di Agenzia Entrate-Riscossione: 30 giugno 2019 (posticipato al 1° luglio 2019).

Rateazione: 10 rate consecutive di pari importo, a decorrere dal 2019, con scadenza: 
– 31 luglio 2019 
– 30 novembre 2019 (posticipata al 2 dicembre 2019).

– restanti rate: scadono il 31 luglio e il 30 novembre di ciascun anno

Interessi su rateazione: 0,3%annuo a partire dal 1° agosto 2019.

Contribuenti riammessi che non hanno versato le rate di luglio/settembre/ottobre 2018 entro il 7 dicembre 2018:

Presentazione Mod. DA-2018 ENTRO IL 30 aprile 2019

Comunicazione degli importi dovuti da parte di Agenzia Entrate-Riscossione: 30 giugno 2019 (posticipato al 1° luglio 2019)

Versamento della prima o unica rata31 luglio 2019 .

Rateazione: massimo 10 rate consecutive, ciascuna di pari importo, con scadenza: 
– 1° rata: 31 luglio 
– 2° rata: 30 novembre 2019(posticipata al 2 dicembre 2019
– restanti rate, a decorrere negli anni 2020 e 2021 entro: 28 febbraio, 31 maggio, 31 luglio e 30 novembre di ciascun anno.

Interessi su rateazione: 0,3%annuo a partire dal 1° agosto 2019.

Contribuenti colpiti dal sisma 2016 che hanno aderito alle precedenti rottamazioni – Pagamento delle somme residue della sanatoria: è ripartito in 10 rate di pari importo scadenti il 31 luglio e il 30 novembre di ogni anno, con interessi dello 0,3% annuo decorrenti dal 1° agosto 2019. Non sono richiesti particolari adempimenti ma l’Agenzia della riscossione invia al contribuente, entro il 30 giugno 2019 un’apposita comunicazione contenente i bollettini di pagamento per le rate residue.

SALDO E STRALCIO DEBITI CONTROLLI AUTOMATIZZATI – ART. 1, C. 184-199, L. N. 145/2018

Il “saldo e stralcio” dei debiti da controlli automatizzati è una definizione agevolata dei carichi fiscali e contributivi per i soggetti in difficoltà economica.

Soggetti destinatari

– Persone fisiche che versano in una grave e comprovata situazione di difficoltà economica (tetto massimo dell’ISEE: € 20.000);
– se sussistono i requisiti di difficoltà economica, contribuenti che sono decaduti dalla rottamazione-bis per non aver versato, entro il 7 dicembre 2018 tempestivamente e integralmente le rate in scadenza per i mesi di luglio, settembre e ottobre 2018.

Attenzione: il contribuente che, avendo fatto domanda per essere ammesso al saldo e stralcio, viene respinto per mancanza dei requisiti, è incluso automaticamente – limitatamente ai debiti definibili in base alla norma sulla rottamazione-ter – nei benefici di tale definizione agevolata (v. Rottamazione-ter).

Oggetto

Debiti tributari affidati all’Agente della Riscossione: 
– dal 1° gennaio 2000 al 31 dicembre 2017; 
– di importo superiore a € 1.000; 
– derivanti da omessi versamenti di imposte dirette o IVA; 
– derivanti da omesso versamento di contributi dovuti dagli iscritti alle casse previdenziali professionali o alle gestioni previdenziali dei lavoratori autonomi dell’INPS, esclusi quelli richiesti a seguito di accertamento.

Somme dovute

Sulle somme affidate all’Agente della riscossione si versa una quota per capitale e interessi pari al:
– 10% per coloro per cui, alla data di presentazione dell’istanza di accesso alla sanatoria, è stata aperta la procedura di liquidazione in caso di crisi da sovraindebitamento
– 16% per un ISEE non superiore a € 8.500; 
– 20% per un ISEE compreso tra € 8.501 e € 12.500; 
– 35% per un ISEE compreso tra € 12.501 e € 20.000.

Si versano per intero: 
– aggi di riscossione; 
– spese per procedure esecutive; 
– spese di notifica delle cartelle di pagamento.

Non si pagano: 
– le sanzioni; 
– gli interessi di mora; 
– sanzioni e somme aggiuntive.

a) Contribuenti ammessi

Presentazione istanza di adesione alla sanatoria: entro il 30 aprile 2019.

Comunicazione dell’Agenzia della riscossione al contribuente in ordine a accoglimento istanza, ammontare somme dovute, importo e scadenza delle singole rate: entro il 31 ottobre 2019.

Versamento in unica soluzione: entro il 30 novembre, posticipato al 2 dicembre 2019.

Versamento rateale (in 5 rate, maggiorate degli interessi annui del 2%, decorrenti dal 1° dicembre 2019):
– prima rata (35% delle somme dovute): entro il 30 novembre, posticipato al 2 dicembre 2019
– seconda rata (20% delle somme dovute): entro il 31 marzo 2020; 
– terza rata (15% delle somme dovute): entro il 31 luglio 2020; 
– quarta rata (15% delle somme dovute): entro il 31 marzo 2021; 
– quinta rata (al 15% delle somme dovute): entro il 31 luglio 2021.

b) Contribuenti respinti

Presentazione istanza di adesione alla sanatoria: entro il 30 aprile 2019.

Comunicazione dell’Agenzia della riscossione al contribuente del mancato accoglimento dell’istanza e avviso dell’inclusione automatica nella Rottamazione-ter con indicazione dell’ammontare delle somme dovute e delle scadenze: entro il 31 ottobre 2019.

Versamento in unica soluzione: entro il 30 novembre, posticipato al 2 dicembre 2019.

Versamento rateale:
a) in 17 rate (5 anni):
– prima rata: entro il 30 novembre (posticipato al 2 dicembre 2019), pari al 30% delle somme dovute; 
– le restanti 16 rate, di pari importo: 28 febbraio, 31 maggio, 31 luglio e 30 novembre di ciascun anno a decorrere dal 2020 (maggiorate di interessi del 2% annuo a partire dal 1° dicembre 2019);

oppure

b) in 9 rate (3 anni) nel caso in cui per gli stessi carichi sia stata già richiesta la “rottamazione-bis”, ma non risultino pagate, entro il 7 dicembre 2018, le rate di luglio, settembre e ottobre 2018
– prima rata: entro il 30 novembre 2019 (posticipato al 2 dicembre 2019), pari al 30% delle somme dovute;
– le restanti 8, di pari importo: 28 febbraio, 31 maggio, 31 luglioe 30 novembre degli anni 2020 e 2021.

Studio Dott. Raffaello FabianoVia E. Monaci, 2100161 Roma (RM)

Clicca per commentare

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply

News

Tariffe a 28 giorni. TAR conferma sanzione a VODAFONE

Pubblicato

il

Telefonia: il TAR del Lazio conferma la legittimità della sanzione Antitrust a Vodafone Italia contro la rimodulazione dei piani tariffari. Finalmente una buona notizia per gli utenti!

Il TAR del Lazio ha stabilito che la sanzione di 1 milione di euro comminata dall’Antitrust a Vodafone Italia nel 2016 per la trasformazione unilaterale primaria della fatturazione da 30 a 28 giorni è legittima. Il pronunciamento conferma che la compagnia ha messo in atto delle pratiche commerciali scorrette nella rimodulazione dei piani tariffari di telefonia fissa e mobile, riducendo il periodo di fatturazione da 30 a giorni a 4 settimane, quindi con un danno degli utenti. Finalmente una buona notizia per i consumatori, che all’epoca dei fatti hanno subìto pressioni da parte della compagnia, vedendo in sostanza limitate le proprie possibilità di scegliere liberamente e consapevolmente.

In qualità di Associazione che tutela i diritti degli utenti accogliamo positivamente la notizia e auspichiamo che la posizione assunta dal Tribunale preluda ad un prossimo pronunciamento sulle modalità dei rimborsi proprio per la fatturazione a 28 giorni. Ricordiamo che migliaia di utenti attendono ormai da tanto, troppo tempo di ricevere dalle compagnie telefoniche i rimborsi a cui hanno diritto, incomprensibilmente congelati dal Consiglio di Stato proprio in attesa della sentenza del TAR, prevista per fine maggio.  

Continua a leggere

News

Turismo, online il nuovo sito di Roma Capitale

Pubblicato

il



Restyling e navigazione semplificata di turismoroma.it. Novità assoluta, la possibilità di costruire itinerari su misura per vivere Roma secondo gusti e preferenze personali

Roma, 18 aprile 2019 – È online da oggi il nuovo sito del turismo di Roma Capitale,turismoroma.it

Già attivo dal 2009 per veicolare i contenuti turistici e culturali della città, il portale web è stato oggetto di una profonda revisione che parte dal restyling grafico ma ne rivede interamente le funzionalità, grazie al lavoro del Dipartimento Turismo di Roma Capitale e della società Zètema Progetto Cultura, coordinati dall’Assessorato al Turismo.

La revisione della struttura del sito ha reso più intuitiva e piacevole la navigazione dei tantissimi contenuti e più immediato l’accesso alle informazioni pubblicate, secondo i criteri attuali di usabilità.

Il sito, navigabile in cinque lingue (italiano, inglese, francese, spagnolo e tedesco), racconta Roma con una forte componente emozionale e visiva, attraverso immagini d’impatto e numerosi video, nelle sue mille sfaccettature: i monumenti, la vita, il cibo e lo spazio.

Per venire incontro alle esigenze del turista che vuole costruirsi un percorso su misura per le sue vacanze a Roma, all’interno del sito è stata introdotta un’importante funzionalità, grazie alla quale l’utente può creare il proprio carnet di viaggio. Ogni scheda (luogo o evento) può essere aggiunta alla lista dei preferiti a cui accedere cliccando sull’apposita icona Il mio viaggio, con la possibilità di salvare, leggere in seguito o stampare le attività di interesse. Il turista può decidere così in prima persona come vivere la città secondo i propri gusti.

Nella stessa direzione va la sezione Roma a modo mio che raccoglie gli eventi scelti dall’utente in base al campo di interesse selezionato (business, wedding, nightlife, arte e cultura, shopping) e alla data di arrivo.

Non solo un ricco contenitore di informazioni, ma un portale che propone numerose modalità di fruizione della città, fornendo approfondimenti tematici a seconda dei diversi target turistici: chi viene a Roma per fare affari, per vivere un matrimonio speciale, per frequentare scuole e università o fare viaggi di istruzione, per immergersi nella nightlife romana e nelle vie dello shopping, o scoprire il patrimonio artistico-culturale cittadino.

Con il Day by Day, attraverso l’uso del calendario, è inoltre possibile ricercare gli eventi che si svolgono nella capitale nel periodo interessato, filtrabili anche per tipologia.

Attraverso la ricerca geoferenziata si possono trovare eventi e luoghi, in un raggio di 500 metri dalla posizione di ricerca, con rimandi sulla mappa per informazioni ad hoc.

Il sito è responsive, cioè facilmente navigabile su tutti i dispositivi e adattabile alle dimensioni dello schermo. Tutti i contenuti sono condivisibili sui social, e in homepage sono pubblicati gli ultimi post dei canali ufficiali di Turismoroma.

Carlo Cafarotti, Assessore allo Sviluppo economico, Turismo e Lavoro di Roma Capitale, spiega che il concept del sito fa parte della rinnovata strategia dell’accoglienza, che mira a fare della capitale una “città tagliata sull’utente” attraverso la digitalizzazione e semplificazione degli strumenti dedicati. Innovare queste “bussole turistiche” è fondamentale per poter garantire la migliore user-experience, soprattutto in considerazione dei nuovi trend di personalizzazione delle vacanze. A Roma – conclude Cafarotti – ogni viaggio è possibile, dall’itinerario culturale a quello sportivo o enogastronomico, per questo è importante promuovere le diverse opportunità che possano trasformare il turista in repeater.

Continua a leggere

News

A che ora e quale giorno comprare elettrodomestici on line

Pubblicato

il

idealo – portale internazionale leader in Europa nella comparazione prezzi – ha deciso di effettuare un nuovo studio sul dynamic pricing al fine di capire meglio, e soprattutto con dati aggiornati, quando è più conveniente acquistare online un dato prodotto e quando, invece, è tendenzialmente sconsigliato. Innanzitutto, ogni giorno è buono per risparmiare online e, grazie alla comparazione prezzi, si può arrivare ad un risparmio massimo medio del -5,8% se consideriamo tutte le categorie oggetto dello studio.

o   I prodotti per la casa – Il giorno migliore per acquistare i frigoriferi è decisamente il giovedì, giorno nel quale è possibile avere un risparmio massimo medio del –10,0%. Il giorno peggiore, invece, il lunedì. Per quanto riguarda televisori e lavatrici, il giorno migliore per effettuare l’acquisto è il mercoledì (rispettivamente -4,1% e –2,9%); i giorni peggiori, giovedì e sabato. Due elettrodomestici che, in genere, non mancano nelle case degli italiani sono aspirapolvere e lavastoviglie: questi, se acquistati rispettivamente di venerdì e di martedì, consentono di risparmiare il –6,0% e –3,6%. Ma, mentre il giorno peggiore per acquistare un’aspirapolvere è il sabato, quello peggiore per una lavastoviglie è il lunedì. Infine, l’asciugatrice, se acquistata online di lunedì garantisce un risparmio massimo medio del -2,1% rispetto allo stesso acquisto effettuato di martedì.

o   I prodotti per lei – Per acquistare delle scarpe da donna il giorno migliore è il venerdì (-11,6%), mentre per i profumi da donna il giorno migliore è il giovedì (anche se il risparmio massimo medio è solamente del –1,6%). Per i passeggini gli e-consumer italiani, effettuando l’acquisto di martedì, possono risparmiare il –13,5% rispetto allo stesso acquisto effettuato di venerdì.

o   I prodotti di elettronica di consumo – Le macchine fotografiche reflex, se acquistate di domenica, possono garantire al consumatore un risparmio massimo medio del –9,4% rispetto allo stesso acquisto effettuato di mercoledì, giorno in cui è, invece, conveniente comprare le console di gioco (-3,2%). Per gli smartwatch il giorno migliore è il sabato (-8,2%); mentre per notebooktablet smartphone il giorno migliore è il lunedì (rispettivamente -5,2%-4,3% -1,5%).

Continua a leggere