L’azienda farmaceutica Novartis avrebbe gonfiato il prezzo del vaccino contro l’influenza A, causando un danno di circa 3 milioni di euro allo Stato, al momento dell’ottenimento del rimborso. Per Adoc una vicenda gravissima, che ha cavalcato l’onda dell’effetto annuncio.
“Ancora una volta sembra che la Novartis abbia causato un danno allo Stato e ai cittadini – dichiara Lamberto Santini, Presidente dell’Adoc – dopo il caso Avastin-Lucentis lo scandalo del prezzo gonfiato del vaccino contro l’influenza A. Una conseguenza dell’effetto annuncio della pandemia, si è giocato sul panico delle famiglie, lucrando sulla salute e sulle casse dello Stato. E’ tempo di una profonda riflessione sullo stato della sanità in Italia, sulla disponibilità e sull’accesso ai farmaci e sul futuro che attende questo Paese, sempre più lontano da una dimensione europea”.