Konsumer Italia aveva ragione: il Consiglio di Stato annulla tutta la procedura di Abilitazione Scientifica Nazionale (ASN) per il settore di diritto privato, relativa all’anno 2012! Una bomba giudiziaria esplosa ieri, chiudendo le porte ad ogni interpretazione, dopo esposti, denunzie e proclami pubblici; dopo che la stessa ASN per il settore di diritto privato 2013 veniva annullata mesi or sono; dopo che un provvedimento amministrativo decideva, in preda ad un momento di schizofrenia legislativa, di far rivalutare per l’anno 2012 solo coloro i quali avessero presentato un ricorso al TAR per non essere stati considerati abilitati. Si ricomincia daccapo, come Konsumer Italia sta chiedendo da mesi. Precisamente dal 23 luglio scorso, quando è stato recapitato un plico presso la nostra sede nazionale, con una relazione e decine di pagine di documenti che evidenziavano gravi irregolarità nella gestione della procedura relativa al concorso per Professore Associato e/o Ordinario per il settore scientifico disciplinare “diritto privato 12/A1”. Dopo aver consegnato la documentazione al Ministro Giannini e fatto un esposto-denuncia alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Roma, abbiamo combattuto una battaglia mediatica per scardinare un sistema di reclutamento minato alla base. Nei mesi scorsi, quotidianamente sono pervenute a Konsumer Italia numerosissime sentenze di accoglimento di ricorsi al TAR contro i giudizi di inidoneità, che definivano “fondata, con valore assorbente sul resto, la censura che riguarda la formazione della Commissione giudicatrice mediante il membro straniero, non dotato di qualificazione adeguata al settore relativo al diritto privato – 12\A1”. Ricordiamo che il TAR aveva dichiarato che il Commissario di nomina ministeriale “Sig. Josè Miguel Embid non poteva far parte della Commissione” in quanto “Professore di diritto mercantile (commerciale, quindi appartenente al macrosettore 12/B), dunque di materia non solo estranea al settore concorsuale in esame 12/A1 “diritto privato”, ma anche al macrosettore 12/A “diritto privato”. «Ora sarebbe facile affermare che questa decisione sia stata presa per motivi meramente formali – commenta Fabrizio Premuti, Presidente di Konsumer Italia – o che i docenti già abilitati abbiano subito un danno gravissimo, ma non si può e non si deve nascondere l’ingiustizia subita da tutti quegli studiosi, ricercatori e professori esclusi dall’abilitazione pur possedendo tutti i requisiti di merito e i quantitativi richiesti. È il momento che il Governo intervenga, che lo Stato faccia sentire la sua voce a tutela dei singoli e del sistema universitario intero, senza sempre dover aspettare l’intervento di questo o quel giudice, bensì rendendosi conto che il sistema ASN così come realizzato è un sistema sbagliato che non ha raggiunto il suo obiettivo. Konsumer Italia continuerà a seguire la vicenda battendosi al fianco di chi ha subito un danno pesante ed irreparabile da tutta questa farsa».