Giovanni Ferrari, Ivano Giacomelli e Furio Truzzi, leader di Rete Consumatori Italia e presidenti rispettivamente di Casa del Consumatore, Codici e Assoutenti, le tre associazioni che hanno fondato la Rete, hanno firmato la richiesta rivolta alla Commissione Europea per l’apertura della procedura di infrazione contro la Germania, accusata di non aver vigilato a sufficienza sulla propria industria automobilistica. Con questa azione, coordinata dai legali della Rete, RCI intende rivendicare, nell’ambito del diritto comunitario, la punizione per uno stato che non si è comportato con la dovuta diligenza nell’assicurare la protezione dei cittadini europei dalla colossale frode della Volkswagen.

Ricordiamo che le associazioni aderenti a Rete Consumatori Italia sono pronte ad accogliere le adesioni alla campagna #nonfartifregare sui loro siti, tramite i numeri verdi e presso i 126 sportelli territoriali. La campagna #nonfartifregare è la più grande azione collettiva della storia italiana per ottenere risarcimenti adeguati per gli automobilisti coinvolti nella triste vicenda delle centraline taroccate nei motori diesel del noto gruppo automobilistico tedesco. Rete Consumatori Italia, infine, invita tutte le associazioni che abbiano intrapreso una loro battaglia contro Volkswagen ad unirsi sotto un comune coordinamento, al fine di rendere più incisiva l’azione di tutela dei consumatori.