Arriva  sulle strade della Capitale, con una flotta composta da duecento Yamaha Tricity 125, il nuovo servizio di scooter sharing a flusso libero.

Si chiama Zig zag e sbarca a Roma appena un mese dopo il servizio di scooter sharing lanciato da Eni-enjoy, in collaborazione con Piaggio e Trenitalia.

Nasce dal progetto di due giovani imprenditori romani che hanno pensato di garantire ai cittadini romani e non, un’alternativa al servizio proposto da Eni- Enjoy, con prezzi più vantaggiosi.

Quelli che compongono entrambe le “flotte”, sono scooter a tre ruote, compatti, leggeri e pratici.

Cerchiamo, dunque, di capire quali sono le principali differenze:

Innanzitutto le tariffe. I 29 centesimi al minuto di Zig Zag , contro i 35 richiesti da Enjoy, sono la prima cosa che salta all’occhio del fruitore. Il nuovo servizio prevede, oltre quella al minuto, altri due tipi di tariffe, una oraria pari a 14,90 euro, una giornaliera a 59 euro. Mentre Enjoy ha una tariffa massima giornaliera pari a 60 euro e, se vengono superati i 50 km, viene applicata la tariffa aggiuntiva di 35 centesimi su ogni km oltre il cinquantesimo.

Zig Zag è attivo, per il momento, soltanto sul territorio del Comune di Roma e solamente nelle zone centrali su una superficie di 33,5 km quadrati; un’area abbastanza ristretta se paragonata a quella coperta da Enjoy che è, in più, presente in altre città italiane, come Milano e Catania.

Gli scooter Zig Zag possono essere parcheggiati sia nelle strisce blu che bianche, mentre gli scooter Enjoy prevedono il parcheggio soltanto negli stalli bianchi.

Entrambi, invece, possono liberamente accedere alle zone a traffico limitato e prevedono le stesse modalità di noleggio: iscrizione al sito, scaricamento dell’app sul proprio smartphone e possibilità di prenotare lo scooter più vicino alla propria posizione. La prenotazione dura 30 minuti ed è gratuita per gli scooter Zig Zag, mentre Enjoy propone prenotazione gratuita entro i 15 minuti, anche in caso di annullamento, mentre per i successivi 75 scatta la tariffa di 10 centesimi al minuto.

Entrambi gli scooter  possono essere guidati da chi ha compiuto 18 anni di età e possiede una patente A1, A2, A3, A e/o B in corso di validità.

Il progetto dei due giovani romani si inserisce perfettamente nel nuovo modo di concepire la mobilità individuale, soprattutto nelle grandi città.

In particolare a Roma, in cui la viabilità è spesso congestionata a causa del traffico, l’idea di fornire un mezzo di trasporto come lo scooter, è sicuramente un’idea vincente. Si vuole restituire ai cittadini, che troppo spesso spendono le proprie ore nelle lunghe e interminabili code in città, del tempo prezioso.


Intanto, per il mese di agosto, Eni- Enjoy risponde all’ “attacco” di Zig Zag, proponendo ai clienti delle tariffe mai viste prima, con sconti fino al 50% in meno sull’utilizzo degli scooter e riduzioni sulle tariffe delle auto!