Il Codacons ricorrerà al Tar del Lazio contro la decisione del Governo di abolire già da quest’anno il “bonus maturità”.

“All’interno del maxi-ricorso contro il numero chiuso che stiamo per presentare al Tar del Lazio, impugneremo anche il provvedimento con cui l’esecutivo ha deciso di cancellare il bonus maturità – spiega il Presidente Carlo Rienzi – Indipendentemente dalla validità di tale sistema, assai lacunoso e contestato dagli stessi studenti, appare evidente come un cambiamento delle regole a esami avviati determini un danno per quei candidati che, nell’affrontare i test di ingresso alle facoltà universitarie, avevano fatto affidamento proprio su tale bonus. La decisione del Governo di abolire il bonus maturità già da quest’anno appare dunque illegittima, poiché rappresenta un abuso nell’esercizio dei poteri propri dell’esecutivo, e determina un danno certo e immediato ai candidati alle prese con i test d’ammissione alle università”.

“La situazione che ora si profila – prosegue Rienzi – è una raffica di ricorsi singoli da parte di quegli studenti che, a causa della cancellazione del bonus maturità, non supereranno le prove d’ingresso, e chiederanno nelle aule di tribunale il riconoscimento dei propri diritti lesi”.