“Finalmente anche Equitalia inizierà a mostrare un lato umano per molti contribuenti, questa sentenza della Cassazione rappresenta un primo passo importante per dare ossigeno alle famiglie e fargli tirare un sospiro di sollievo, senza la paura di rimanere senza un tetto sopra la testa da un momento all’altro. Complice la crisi economica e l’alto tasso di disoccupazione, sono frequentissimi i casi di sovraindebitamento che mettono in ginocchio i cittadini, siamo sicuri che questa “indulgenza” consentirà di ridurre le situazioni estreme e di lanciare un segnale positivo alle famiglie in difficoltà”.

Il Movimento Difesa del Cittadino (MDC) accoglie positivamente la sentenza numero 19270/2014 della Corte di Cassazione che proibisce all’Ente di riscossione crediti dell’Agenzia delle Entrate il pignoramento della prima casa.

“Ci auguriamo che questo provvedimento, per la prima volta retroattivo e applicabile in tutti i casi a eccezione ovviamente delle case di lusso, costituisca un esempio virtuoso anche per i pignoramenti bancari. Invitiamo i cittadini in difficoltà a rivolgersi alla nostra rete di sportelli contro il sovraindebitamento per valutare la possibilità o meno di ristrutturare i propri debiti attraverso il piano del consumatore previsto dalla nuova legge. Tutte le informazioni sul sito www.difesadelcittadino.it”.