Dimissioni immediate di Mauro Moretti. Le chiede oggi il Codacons, dopo che il gup di Lucca Alessandro Dal Torrione ha rinviato a giudizio l’ad delle Ferrovie per la strage di Viareggio.

In qualsiasi paese civile, l’amministratore di una società coinvolto in un processo così importante avrebbe rassegnato le proprie dimissioni – spiega il Codacons – Indipendentemente dall’esito del procedimento, Moretti deve lasciare le Ferrovie, come forma di rispetto verso le vittime dell’incidente e i loro familiari, nonché degli utenti del trasporto ferroviario italiano. Solo in Italia i vertici delle grandi aziende rimangono attaccati alle proprie poltrone anche quando finiscono sotto processo.

Invitiamo pertanto Mauro Moretti e farsi da parte, lasciando il posto a qualcuno che, si spera, mostri più attenzione agli utenti e alle loro istanze. Proprio su tale fronte l’associazione annuncia per i prossimi giorni la presentazione di un dossier circa la pessima gestione delle Ferrovie da parte dell’Ad Moretti.