Stufe a legna per il prossimo inverno con il pellet? Si tratta di segatura di legno compressa con forma a cilindretti che viene sempre piu’ utilizzata in sostituzione della legna. Si riciclano gli scarti della lavorazione del legno, non ci sono additivi, ha un buon potere calorifero e, se si utilizzano stufe di ultima generazione, costa meno rispetto alle tradizionali fonti a legna, metano, gasolio e Gpl.

Inoltre, l’acquisto di caldaie ha incentivi fiscali. Ovviamente, il pellet deve essere allocato e caricato, la combustione produce cenere che deve essere rimossa e queste attività possono risultare scomode rispetto alle caldaie a metano, gasolio e Gpl.

La valutazione di costi e benefici è necessaria prima di sostituire la vecchia caldaia o di acquistarne una nuova. Una ultima annotazione: è proibito l’uso di scarti della lavorazione del legno trattato chimicamente, se il consumatore sente odori “strani” è bene che lo faccia presente alla ditta fornitrici chiedendo se il pellet fornito proviene da legni che hanno subito una lavorazione con utilizzo di sostanze chimiche.