“Giù le mani dai Bot” è il commento del segretario nazionale del Codacons Francesco Tanasi in merito alla ventilata ipotesi di sottosegretario Delrio di innalzare le tasse sui Bot. “Siamo pronti a costituire comitati di protesta in tutte le città italiane. Non si possono tassare i pochi risparmi rimasti alle famiglie” ha proseguito Tanasi.
Per il Codacons l’operazione di tassare maggiormente i Bot è assolutamente inutile, considerato che sarebbe una partita di giro che avrebbe come unico effetto quello di innalzare i tassi di interesse. Gli investitori, infatti, guardano al tasso di interesse reale, non a quello nominale. Insomma lo Stato prenderebbe i soldi con la mano destra e finirebbe per ridarli con la sinistra, sotto forma di maggiori interessi.
L’associazione di consumatori è, invece, favorevole ad aumentare la tassazione sulle rendite finanziarie, oggi tassate al 20%, meno della prima aliquota con la quale viene tassato il lavoro, purché ovviamente quei soldi siano tutti destinati a ridurre le tasse al ceto medio, ossia a quel 50% di italiani che oggi fatica ad arrivare a fine mese.