Dopo gli scioperi selvaggi dei tassisti che si oppongono alla famosa app americana, Uber, con i conseguenti disagi per gli utenti del servizio, finalmente la questione sbarca sui tavoli decisionali.
Il ministro dei Trasporti Maurizio Lupi, incontratosi con il sindaco Giuliano Pisapia, il governatore lombardo Roberto Maroni e il prefetto Francesco Paolo Tronca, ha annunciato che entro la fine di luglio ci saranno le nuove regole sulla questione Uber.

“Abbiamo scritto al Ministro Lupi chiedendo di partecipare alla realizzazione delle nuove regolamentazioni su taxi e Uber che verranno emanate formalmente entro il prossimo luglio – dichiara Ivano Giacomelli, Segretario Nazionale del Codici – Chiediamo che il tavolo tecnico di confronto preveda la partecipazione e il concreto apporto di tutte le Associazioni Consumatori, che hanno il compito di tutelare gli utenti, fin troppo spesso vittime delle conseguenze negative di vuoti normativi e disservizi”.

“Come già sottolineato in altre occasioni – commenta Davide Zanon, Segretario Regionale Codici Lombardia – nel caos dei nuovi servizi a rimetterci sono sempre i consumatori, poco tutelati e alla mercé di irregolarità, rivendicazioni di parte e disagi funzionali. Rilanciamo la necessità di una normativa nazionale che regoli sotto ogni singolo aspetto il servizio e che tuteli gli utenti, annunciando la nostra disponibilità a collaborare attivamente per la creazione di nuove ed efficaci norme e direttive di azione”.