Roma, 19 febbraio 2015 – “La categoria dei tassisti non può più arrestare il progresso rappresentato da alternative come il servizio Uber”, ha dichiarato questa mattina il segretario nazionale di CODICI, Ivano Giacomelli, ai microfoni della trasmissione radiofonica Piazza in BLU di Radio BLU a cui hanno partecipato anche il vice segretario dell’Ugl Taxi, Valter Drovetto, e il general manager della Uber, Benedetta Arese Lucini.

“L’Associazione dei consumatori CODICI è da sempre contraria a chi si ostina a difendere dei privilegi da casta e favorevole all’apertura del mercato ad altri operatori concorrenti. Qualsiasi alternativa al servizio taxi è ben accetto quindi se rispetta le regole e viene riconosciuto dalle autorità”.

“Riguardo ai privilegi dei tassisti – ha insistito Giacomelli durante la trasmissione – mi chiedo perché ancora non siano sottoposti all’obbligo di emettere fattura o scontrino fiscale per ciascuna corsa”.