La 3 replica ad Adiconsum: lo spot ALL-IN non è ingannevole, perché offre tutte le informazioni necessarie a comprendere che esistono soglie settimanali, meccanismo legato a forti sconti, e nei punti vendita sono disponibili tutte le informazioni per verificare le offerte contrattuali proposte. È quanto scrive l’azienda replicando in questo modo alla denuncia di Adiconsum dei giorni scorsi, che chiedeva la sospensione dello spot della Sim ricaricabile ALL-IN Small perché considerata comunicazione scorretta.
“Con riferimento alla richiesta di Adiconsum di sospendere la campagna TV che ha per oggetto la nuova offerta ricaricabile tutto incluso di “3”, vorremmo precisare che 3 Italia considera corretta la comunicazione in questione: infatti, le informazioni di dettaglio dell’offerta sono chiare e messe bene in evidenza nella scritta in sovraimpressione che, contrariamente a quanto affermato da Adiconsum, è visibile per circa un terzo della durata dello spot – scrive la 3 – La scritta in sovraimpressione recita testualmente e a caratteri ben visibili con dimensioni superiori a quelle normalmente usate per tali comunicazioni: “soglie settimanali per: Internet sotto rete 3, minuti e sms”. L’indicazione delle soglie settimanali é autoesplicativa e include di per sé il concetto di costi settimanali”. L’azienda ricorda inoltre che il meccanismo delle soglie è ampiamente diffuso sul mercato ed è sempre associato a forti sconti sulle tariffe a consumo dei servizi, che nel caso di 3, “permette di risparmiare il 50% rispetto alla stessa offerta della concorrenza”.
Prosegue l’azienda: “Adiconsum, quando scrive che “trattandosi di una Sim ricaricabile, e non di un abbonamento, il consumatore non avrà la possibilità di verificare con calma le condizioni contrattuali …”, non tiene conto del fatto che i contratti non si stipulano davanti ad uno spot – che come è noto deve concentrare in pochi secondi le comunicazioni più significative – ma nei punti vendita dove sono disponibili tutte le informazioni per verificare, prima dell’accettazione, le condizioni contrattuali di tutte le offerte ricaricabili allo stesso modo di quelle in abbonamento. Stupisce che in un momento di crisi come quello attuale, un’associazione dei consumatori si soffermi su aspetti secondari e non sull’estrema convenienza dell’offerta stessa che è di gran lunga la più competitiva del mercato e che consente di risparmiare il 50% rispetto alla concorrenza”. L’azienda annuncia comunque che sta integrando gli spot con maggiori informazioni su soglie e costi settimanali, spiegate nel dettaglio sul sito www.tre.it.
Fonte helpconsumatori.it