Dopo il confronto con le Associazioni dei Consumatori, dal 1 luglio il nuovo algoritmo per le tariffe sovraregionali. Risparmi previsti fino a 300 euro l’anno. A breve le modalità per i rimborsi anche per gli abbonamenti arretrati dal 1.01.2012

Dopo un confronto aperto e complesso, le regioni hanno accettato di modificare l’algoritmo di calcolo delle tariffe sovraregionali, che avrà effetto per gli abbonati dal 1 luglio 2017 con conguaglio degli importi maggiori versati a partire dal 1 gennaio 2018. Il risparmio stimato si avvicina in alcuni casi a 300 euro l’anno. Modalità differenti potranno essere definite per i biglietti di corsa semplice. Apertura anche di regioni e Trenitalia per risolvere il problema del contenzioso relativo ai possessori di abbonamenti a far data dal 1.01.2012 al 30 giugno 2017, tramite una procedura di rimborsi che verrà definita in sede di conciliazione con le associazioni firmatarie.
“A breve ci sarà un ulteriore incontro con regioni e Trenitalia per verificare l’intesa definitiva” – hanno dichiarato le associazioni Assoutenti, Casa del Consumatore, Codici, Confconsumatori, Lega Consumatori,Federconsumatori, Movimento Consumatori, Cittadinanzattiva Adoc, Adusbef, .