Non convince il Codacons la proposta lanciata oggi dall’Ad delle Fs Mauro Moretti di introdurre nel nostro paese fasce tariffarie differenziate per il trasporto ferroviario regionale.
“Il rischio concreto è che una simile novità possa tramutarsi in aumenti occulti delle tariffe dei treni a danno degli utenti – spiega il Presidente Carlo Rienzi – La differenziazione delle tariffe può andare bene solo ad una condizione: che le variazioni avvengano sempre e solo al ribasso, in modo da incentivare alcune fasce senza danneggiare le altre. In caso contrario vi sarebbe un ulteriore incremento occulto dei prezzi dei biglietti”.
“Se la proposta lanciata oggi da Moretti dovesse avere seguito, chiameremo le Regioni ad una stretta sorveglianza, per evitare danni ai pendolari già stremati da un trasporto ferroviario locale assolutamente insoddisfacente” – conclude Rienzi