A casi senza violazioni di legge
Distinguiamo i casi:
1) per errata fatturazione, conteggi anomali, doppia fatturazione, disservizi e piccole cose , si formula un reclamo al proprio esercente.
Come presentare un reclamo al venditore di energia, gas e acqua:
• presentare un reclamo scritto all’esercente, con una modalità che consenta di provare la data del ricevimento (ad esempio, presentazione agli uffici dell’esercente, che è tenuto a rilasciarne ricevuta; raccomandata con avviso di ricevimento; telex; telefax con domanda di conferma scritta di ricevimento; telegramma con avviso di ricevimento; posta elettronica, o ogni altro mezzo idoneo al raggiungimento dello stesso risultato). Il recapito per l’invio all’esercente, anche in forma scritta, di reclami o di richieste di informazioni viene riportato, di norma, in bolletta;
• attendere la risposta scritta che l’esercente è tenuto a fornire (la risposta scritta motivata al reclamo deve essere fornita al cliente entro 40 giorni solari).

2) Se non hai risolto così:
prova mediante lo sportello del consumatore e dopo ancora con la conciliazione clienti(non vale per l’acqua),  con cui si dovrebbe risolvere il tutto.

B casi con violazioni di legge
Per i casi più gravi, come le truffe, sulla quantità e qualità di gas ed energia, sulla contraffazione del misuratore o su tutto ciò che h a rilevanza tributaria e penale, ci si può rivolgere alla GDF.
Nei video di seguito i vertici dei nuclei dedicati a queste materie ci spiegano cosa e come possono intervenire.
Ricordati che ci si rivolge sempre al 117 e/o alla Tenenza /Brigata del luogo di allaccio dell’utenza.
Per le questioni di anomalie nei contatori energia e la truffa sul conteggio, puoi rivolgerti a www.codici.org che sta facendo una class action.

Gen.C.A.G.Tosti, come opera la GDF nei controlli e a chi rivolgersi

Gen.B. G.Vecchioni, come la GDF controlla il settore energia,gas e acqua

@doctorspinone