La crisi si fa ancora sentire sul turismo, sono sempre meno le famiglie che possono andare in vacanza. Complice anche il brutto tempo, lo scorso mese di luglio ha fatto registrare un calo di presenze del 5% durante i weekend, del 30% con punte del 50% durante la settimana. Secondo Adoc questa sarà un’estate all’insegna della soluzione alternativa e low cost.

“Dal couponing al camper, dallo scambio case al campeggio e agriturismo, sarà un’estate all’insegna delle soluzioni alternative e a basso costo – dichiara Lamberto Santini, Presidente dell’Adoc – d’altronde la crisi sta continuando a mettere in ginocchio il settore turistico, durante lo scorso mese di luglio c’è stato un forte di calo di presenze, intorno al 5% nei weekend, con punte fino al 50% durante i giorni feriali. E agosto non sembra in grado di invertire la tendenza. Per questo il ricorso a soluzioni più economiche, flessibili e online sembra inevitabile. Come Adoc abbiamo stilato un elenco delle principali soluzioni alternative e un rapido vademecum di consigli per risparmiare sulle vacanze”.

ALTERNATIVE DI VIAGGIO LOW COST

Couch surfing: programma che permette di mettere in contatto persone di ogni parte del mondo, c’è chi mette a disposizione una stanza o il divano di casa. In Italia ci sono oltre 30mila praticanti, con una crescita media del 2% annuo.

Scambio case: mettere a disposizione la propria casa e in cambio si trascorrono le vacanze presso l’abitazione di un altro scambista. Un fenomeno in crescita anche in Italia, visto che si può risparmiare anche il 50% rispetto ad una vacanza tradizionale.

Camper: permette di risparmiare notevolmente, in media del 20% con punte del 50%, sulle spese di pernotto e alimentari, consigliato soprattutto all’estero (Centro e Nord Europa), dove ci sono molte più zone attrezzate.

Campeggio & Agriturismo: una tenda in spalle e il cielo come tetto. Torna in voga la vacanza all’aria aperta, grazie ai costi sensibilmente ridotti rispetto alle strutture turistiche tradizionali. In crescita anche i pernotti in agriturismo, soluzione più economica rispetto all’albergo tradizionale e sempre orientata alla natura e al benessere.

Couponing: risparmiare fino al 70% per una vacanza è possibile con un coupon acquistato sui siti dei gruppi d’acquisto online. Scelta che però presenta anche dei rischi e rischia di trasformarsi in un “incubo”, dato che circa il 30% degli acquirenti dei pacchetti di viaggio lamenta delle difficoltà, legate all’impossibilità di prenotare il volo e/o il soggiorno nel periodo desiderato (nel 55% dei casi), al diverso trattamento ricevuto rispetto ai “non-couponisti” (nel 30% dei casi) o alla difficoltà nell’ottenere il rimborso di quanto speso

VADEMECUM RISPARMIO VACANZE

BUDGET: opportuno fissare un tetto di spesa per la vacanza, in modo da valutare attentamente i costi di ogni singola voce, senza inutili sprechi di denaro
LAST MINUTE: ricorrere ad offerte dell’ultimo minuto, sia per voli e alberghi, può portare a risparmi nell’ordine del 30% in meno rispetto al prezzo medio praticato. Si consiglia di visionare i siti (o app per smartphone) comparatori di voli e strutture ricettive per valutare la migliore offerta, ricordando che pernotti e voli durante la settimana costano di meno rispetto al weekend.
VACANZA “FAI DA TE”: Oggi è possibile organizzarsi l’intero viaggio da soli utilizzando siti e app dedicati. Diventare il tour operator di sé stessi permette di risparmiare fino al 20%.

LOW COST: per le tratte più battute si può usufruire dei voli low cost, ormai le offerte sono numerose e vantaggiose rispetto ai voli di linea, ma attenti alle tariffe, spesso nascondono pagamenti extra non voluti.
BENZINA: se si decide viaggiare con la propria macchina si consiglia di fare il pieno di benzina presso le cosiddette “Pompe Bianche”, distributori indipendenti, dove si può risparmiare in media 5/7 centesimi di euro al litro. Ci sono inoltre servizi di condivisione dell’auto con cui è possibile abbattere ulteriormente i costi, dividendo la spesa per il carburante.
SPESA ALIMENTARE: meglio effettuarla prima di partire presso i supermercati della propria residenza si può risparmiare addirittura il 40% in meno rispetto ai luoghi turistici
LISTA: spesso ci si dimentica di mettere in valigia prodotti indispensabili, la cui assenza ci costringerà a ricomprarli nella località turistica, con un aggravio di spesa

PERIODO: andare in vacanza “fuori stagione”, da settembre in poi, permette un risparmio fino al 50-60% rispetto ad una vacanza in piena estate.
SICUREZZA DEL PROPRIO APPARTAMENTO: controllare sempre il livello di sicurezza della casa lasciata ma soprattutto, non lasciate gli apparecchi elettrici accesi in “stand- by”image