Finalmente qualcosa sembra destinato a cambiare in Rai, e una funzione sembra funzionare davvero. Molti telespettatori avevano lamentato come nell’ultimo periodo, all’interno delle trasmissioni di informazione e di approfondimento della rete di Stato, venissero invitati sempre e solo gli stessi soggetti. Il molte associazioni avevano protestato, segnalando tra l’altro le costanti discriminazioni ai loro danni.
Una nuova circolare interna alla Rai e diramata in questi giorni, accoglie le richieste di tutte le associazioni consultate in queste settimane dalla nuova direzione, finalmente pone fine al libero arbitrio di autori, conduttori e direttori di rete.

Si legge nel documento fortemente voluto dal nuovo Direttore Comunicazione e Relazioni Esterne Rai, Costanza Esclapon:
“Con riferimento al tema in oggetto, nelle more dell’emanazione dello specifico regolamento finalizzato alla disciplina delle istanze di accesso delle Associazioni dei Consumatori ai programmi Rai, si invitano Reti e Testate – nell’ottica di un costante presidio a tutela della completezza dell’informazione – ad assicurare un eguale trattamento delle diverse associazioni, garantendo una opportuna rotazione delle medesime”.
Grazie a questa circolare ai telespettatori e agli utenti che pagano il canone verrà garantito il pluralismo dell’informazione, imposto dal contratto di servizio, e le redazioni tv non potranno più scegliere ospiti di comodo, ossia quelle associazioni di utenti che pur di essere invitate nei programmi dimenticano di denunciare le malefatte Rai.

revisione @Doctorspione