Che i regali contenuti nelle uova di Pasqua vengano spesso riciclati di anno in anno, è cosa nota. Ma che si arrivi ad inserire come sorpresa una mini-agenda del 2002, è un fatto davvero clamoroso!
La denuncia arriva da una consumatrice di Civitavecchia che si è rivolta in questi giorni al Codacons, denunciando l’accaduto.
Pochi giorni prima di Pasqua – spiega l’associazione, riportando la segnalazione della donna – la consumatrice si reca in un negozio della città per acquistare delle uova di cioccolato da regalare ad amici e parenti. Il giorno di Pasqua, dopo il pranzo, consegna le uova che vengono aperte rivelando i classici regalini contenuti al loro interno. Tra tutte le sorprese, una attira l’attenzione dei presenti: una agendina riportante i giorni dell’anno… 2002! Praticamente una agenda che sarebbe risultata utile 12 anni fa.
Facile immaginare la vergogna e l’imbarazzo provato dalla donna per la brutta figura fatta – non per sua colpa – davanti ad amici e parenti. La consumatrice ha così deciso di scrivere al Codacons, raccontando la vicenda e chiedendo di essere difesa dall’associazione.
“Stiamo valutando i fatti e la possibilità di intentare una causa contro la ditta produttrice dell’uovo, volta ad ottenere il risarcimento dei danni da “figuraccia” arrecati all’acquirente in relazione al regalo obsoleto e inadeguato contenuto nell’uovo di Pasqua. Regalo che ha prodotto un evidente danno morale alla consumatrice” – fa sapere il Codacons.