Lo afferma il Codacons, che ha confrontato le previsioni sulle partenze delle famiglie nel 2014 con i dati sulle vacanze degli italiani nel periodo pre-crisi.
Nel 2008 – spiega l’associazione – il 45% degli italiani, ossia circa 29 milioni di persone, aveva effettuato almeno un viaggio nel periodo luglio-settembre; questa estate, negli stessi mesi, solo circa 20 milioni di cittadini si concederà un viaggio. Questo significa che in 6 anni il numero di italiani in viaggio nel periodo estivo si è ridotto di 9 milioni di individui, con una riduzione del 31% tra il 2008 e il 2014.
“Questa estate solo 1 italiano su 3 andrà in vacanza – afferma il presidente Carlo Rienzi – Questo perché le famiglie, sempre più impoverite, sono costrette a tagliare le spese non primarie come i viaggi. Si assiste inoltre quest’anno alla tendenza a ridurre i giorni di villeggiatura e a scegliere strutture ricettive e destinazioni sempre più economiche, allo scopo di concedersi un viaggio senza influire eccessivamente sui bilanci familiari” – conclude Rienzi.