Green Network, sarà il primo operatore italiano che si vedrà portare in tribunale, probabilmente da migliaia di consumatori per pratiche commerciali scorrette.

Attivano contratti senza l’autorizzazione  del  consumatore, in alcune zone d’Italia  qualche loro operatore si presenta come se fosse l’autorità per l’energia elettrica e del gas, in altri casi sono venuti non si sa come in possesso di dati personali dei cittadini e li hanno utilizzati per attivare le forniture non richieste.

Sono stati già sanzionati a dicembre per € 340.000 (con procedimenti ancora pendenti di cui Codici è parte) sempre dall’Antitrust e dall’ Autorità per l’Energia Elettrica e gas.

Il fatto grave dell’intera vicenda è che  oltre ai danni provocati al consumatore derivati da queste attivazioni, è che loro richiedono il pagamento delle fatture per la durata dell’attivazione non richiesta , facendo riferimento alla delibera 153/12 dell’ AEEGSI, ampiamente superata dal d.lgs 21 del 2014, che stabilisce nel caso in cui si è vittima di un contratto non richiesto, o una pratica commerciale scorretta nei contratti a distanza, nulla è dovuto per tutto il periodo in cui era in essere, pertanto invitiamo i consumatori a non avere timore di eventuali minacce di sospensione della fornitura, ricordiamo i loro diritti.

 DIRITTI DEI CONSUMATORI PER I CONTRATTI A DISTANZA NON RICHIESTO ai sensi del D.lgs 21 del 2014

Inviando un reclamo scritto alla Società Green Network eccependo l’attivazione di un contratto non richiesto hanno diritto a:

–          essere riposizionati con la fornitura allo stato precedente senza oneri e costi

–          a non pagare le forniture  per tutto il periodo oggetto di contratto non richiesto

Ricordiamo che Green Network come operatore del mercato libero non è obbligato ad aderire alle procedure di conciliazione previste dall’autorità per l’energia elettrica e il gas e non è presente nella lista degli operatori aderenti. Inoltre la società non ha un accordo di conciliazione paritetica siglato con le associazioni consumatori del CNCU. Pertanto i consumatori, in caso di controversie con la società sono tutelati esclusivamente dalle delibere vigenti per la gestione dei reclami, ma per i casi di non adempimento alle richieste degli utenti sono costretti ad adire alle vie giudiziarie ordinarie con l’aggravio dei costi di giudizio.

Sul sito www.codici.org nella sezione Class Action Green Network(in fase di costruzione), potete trovare  la modulistica necessaria e per partecipare all’azione di classe per essere risarciti dei danni causati da Green Network, potete scaricare i moduli per partecipare all’azione di classe.

Attenzione l’azione di Classe ai sensi del art. 140 del Codice del consumo è relativa esclusivamenteall’attivazione dei contratti non richiesti o truffa mediante i canali a distanza (Teleselling o porta a porta). Per tutti gli altri casi di reclami o disservizi nella fornitura di energia elettrica e gas da parte di Green Network, potete rivolgervi al nostro sportello on line per la gestione dei reclami al seguente link.

 Ricordiamo che i consumatori che hanno subito un contratto non richiesto da parte di Green network, possono partecipare al procedimento istruttorio dell’Antitrust inviando una segnalazione al seguente link.

Inoltre possono segnalare anche all’autorità per l’energia elettrica e il gas attraverso lo sportello reclami dell’autorità.

Consigliamo ai consumatori di scrivere una recensione sulla pagina Google della società GN. Nel mercato odierno gli aspetti reputazionali contano molto per  modificare le strategie commerciali degli operatori.

Per tutti gli altri problemi legati alla società Green Network o se si necessità di un supporto alla scrittura dei reclami o semplici consigli, invitiamo i consumatori di rivolgersi ai nostri consulenti mediante la piattaforma on line al seguente link.