Se il volo subisce un ritardo importante, il passeggero ha diritto ad ottenere adeguata assistenza in
aeroporto, alle stesse condizioni previste per il caso di overbooking.

Diritti del passeggero
L’assistenza in aeroporto è riconosciuta in base alla tratta aerea (intracomunitaria o internazionale) e
alla distanza percorsa, ovvero:
− per i voli intracomunitari inferiori o pari a 1.500 Km nel caso in cui il ritardo superi le 2 ore;
− per i voli intracomunitari oltre i 1.500 Km nel caso in cui il ritardo superi le 3 ore;
− per i voli internazionali fino a 1.500 Km, tra 1.500 e 3.500 Km e oltre 3.500 Km nel caso in cui il
ritardo superi rispettivamente 2 ore, 3 ore o 4 ore.
Se il ritardo supera le 5 ore la compagnia aerea, oltre all’assistenza, ha l’obbligo di fornire al
passeggero (che può decidere di rinunciare al volo), la scelta tra:
− rimborso entro 7 giorni del prezzo del biglietto e volo di rientro verso il punto di partenza
iniziale, appena possibile;
− riprotezione, cioè imbarco su un volo alternativo verso la destinazione finale con partenza il
prima possibile o in una data successiva più conveniente per il passeggero, in condizioni di
trasporto comparabili e secondo la disponibilità dei posti.

Nel caso in cui la partenza sia possibile solo il giorno successivo all’orario originariamente previsto, la
compagnia aerea deve inoltre fornire al passeggero:
− adeguata sistemazione in albergo;
− trasporto da e verso l’albergo.
La Corte di Giustizia Europea ha stabilito che i passeggeri di voli ritardati sono assimilati ai passeggeri di
voli cancellati ai fini dell’applicazione del diritto alla compensazione pecuniaria. I passeggeri possono
reclamare tale diritto quando, a causa di un volo ritardato, subiscono una perdita di tempo pari o
superiore a 3 ore.

Cosa fare
In caso di mancato riconoscimento dei vostri diritti, è possibile rivolgersi alle sedi territoriali di
Adiconsum, (alla voce “Dove siamo”), per usufruire del servizio di consulenza e assistenza individuale.
Le violazioni del Regolamento CE n. 261/2004 saranno inoltre segnalate all’ENAC, che provvederà agli
accertamenti del caso, con potere sanzionatorio verso le compagnie inadempienti.