Può sembrare assurdo, eppure si tratta di un meccanismo per certi versi simile a quello che ci permette di smettere di fumare. Tutto passa attraverso il nostro cervello, è lui che influisce al 100% sulla nostra vita compreso il processo di dimagrimento. Lo afferma anche Tgcom in un articolo pubblicato recentemente, nel quale si dimostra attraverso 5 punti che dimagrire senza dieta non solo è possibile ma è anche facile, a patto che i candidati alla sperimentazione del metodo siano dotati di una buona forza di volontà.

Praticamente non devi cedere di un millimetro, ma senza pensare che il tuo è un sacrificio: stare in forma, secondo Tgcom, «non è un mero conteggio calorico, ma si tratta soprattutto di una condizione che si può percepire dall’interno».

Cosa fare allora? Anzitutto devi domandarti perché vuoi dimagrire, cercando la risposta solo nelle tue sensazioni personali, l’unica davvero giusta che può darti le motivazioni necessarie a prestare più attenzione alla tua alimentazione e, quindi, dimagrire senza rinunciare a nulla. In altre parole, bisogna «spostare l’attenzione verso la realtà del proprio corpo a livello fisico».

Una volta trovate le risposte puoi passare al secondo step, altrettanto importante: impara a sostituire il pensiero “oggi devo” con “oggi voglio“, in modo tale da «avvicinarti al dimagrimento come necessità favorevole per il corpo, anziché bisogno dettato da una considerazione razionale a livello mentale». Infine due accorgimenti importanti: immagina come sarai «una volta raggiunto il peso forma» ed assapora i cibi salutari non come se stessi mandando giù una medicina ma pensando al benessere che essi apportano al nostro organismo.