Si terrà giovedì 5 giugno 2014, a partire dalle ore 10.30, presso l’Ufficio relazioni con il pubblico del Corpo forestale dello Stato, in Via Antonio Salandra 44, in Roma, il workshop “Contraffazione e wine Kit”. I preparati in polvere, con cui è possibile preparare uno pseudovino, sono sbarcati in maniera prepotente anche sulle piattaforme web di e-commerce e rischiano di recare un grave danno alla produzione vinicola tradizionale, vanto del nostro Paese. Secondo una stima della Confederazione italiana agricoltori i wine kit stanno causando una perdita annua di circa 60 miliardi di euro ai produttori di vino, venendo spesso associati impropriamente anche ad alcuni dei migliori DOC e IGP italiani: dal Chianti al Barolo, dal Valpolicella all’Avola.
Lo scopo è di illustrare, con il contributo di esperti nel settore giuridico, vinicolo ed alimentare, in cosa consistono questi kit, quali sono le conseguenze per i consumatori e quali azioni di contrasto sono in atto a livello europeo e nazionale.
L’evento è organizzato dal Corpo forestale dello Stato in collaborazione con Fareambiente e Frodialimentari.it e con il patrocinio di Consumerismo e Mdc Codici e Codacons.

Programma

Inizio lavori 10.30

Indirizzi di saluto Dott Nicolò Giordano – Ufficio relazioni con il pubblico del Corpo Forestale dello Stato

10.45 Ing. Lucio Parascandolo – Project Manager “Fondazione ITS Bact”

11.00 Prof. Vincenzo Pepe – Professore di diritto europeo comparato presso la Seconda Università di Napoli

11.15 Dott. Gugliemo Chinese – Presidente del Polo Made in Campania (MIC) – esperto prodotti alimentari (in attesa di conferma)

11.30 Dott. Lando Desiati – Nucleo agroalimentare e forestale del Corpo forestale dello Stato

11.45 Dott. Giovanni Antonio Cocco – Direttore Generale Isnart S.c.p.A

12.00 Avv. Valeria Graziussi – Associazione consumatori Codacons

12.15 Interventi del pubblico

12.30 Fine lavori

Modera Dott.ssa Anna Zollo Direttore editoriale “Frodialimentari.it”