News

Acqua e Condomini, a Roma scoppia il problema rateizzazioni

Avevamo evidenziato la problematica che l’arrivo di fatture per il servizio idrico,  aventi ad oggetto importi notevoli, frutto di conguagli per anni pregressi, stesse causando agli amministratori di condominio. Viste le diverse segnalazioni che erano pervenute da parte degli utenti, che lamentavano un’automatica rateizzazione degli importi richiesti, con possibilità di pagamento, tuttavia, in sole tre rate, avevamo chiesto l’intervento dell’A.R.E.R.A. – Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente, affinchè vigilasse e valutasse la correttezza dell’operato dei ACEA ATO 2 SPA.

In attesa e nell’auspicio che l’Autorità citata fornisca riscontro in merito a quanto richiesto, appare doveroso fornire aggiornamenti sulla questione.

ACEA ATO 2 SPA ha riscontrato, infatti, la segnalazione / reclamo dello Studio Legale Plagenza, con una nota che, sinceramente, lascia aperti ancora molti dubbi ma che conferma che “Per le fatture di importo superiore al 150% del valore che mediamente addebitato nelle bollette emesse nel corso degli ultimi 12 mesi, vengono emesse direttamente rateizzate ai sensi dell’allegato A(RQSII) alla Delibera ARERA n. 655/2015/R/idr e ss.mm. e ii., con rate non cumulabili e con una periodicità corrispondente a quella di fatturazione”.

Ciò significa che, in caso di importi superiori del 150 % alla media normalmente addebitata, l’utente e, in questo caso, il condominio, ha diritto a pretendere che la rateizzazione avvenga “con rate non cumulabili e con una periodicità corrispondente a quella di fatturazione” e, dunque, ha diritto a richiedere l’aumento del numero di rate (rispetto alle tre segnalate dagli Amministratori.

Invitiamo, dunque, gli amministratori di condominio ad effettuare un attento controllo delle medie dei consumi in considerazione alle fatture ricevute in questi giorni ed insistere affinchè ACEA ATO 2 SPA rateizzi l’importo richiesto nel numero di rate corrispondente al periodo di fatturazione.

Restano, allo stato, intatte le altre ed ulteriori criticità riscontrate in precedenza. Per questi motivi, è consigliabile che le fatture ricevute vengano attentamente analizzate al fine di poter verificare eventuali anomalie o addebiti di somme non dovute o, ancora, di diritto ad ulteriori rateizzazioni.

 

Avv. Fabrizio PLAGENZA

www.studiolegaleplagenza.it

Ti potrebbe interessare

Back to top button