News

Antitrust: avviata istruttoria per intesa anticoncorrenziale nella filiera del recupero delle batterie

Nella riunione del 3 dicembre 2019, l’Autorità ha deliberato di avviare un procedimento istruttorio nei confronti di COBAT RIPA, COBAT, Fiamm Energy Technology S.p.A., Clarios Italia S.r.l., Eco-bat S.r.l., Piomboleghe S.r.l., Piombifera Italiana S.p.A., e E.S.I. Ecological Scrap Industry S.p.A. per accertare una presunta intesa restrittiva della concorrenza posta in essere nel settore del recupero degli accumulatori per veicoli e industriali esausti, che vengono raccolti e trattatati per la trasformazione in nuova risorsa (piombo secondario) da utilizzare per la produzione di batterie al piombo nuove.

Si ipotizza che i citati riciclatori e produttori integrati abbiano coordinato, in seno agli organi consortili di COBAT RIPA/COBAT, il proprio comportamento. Nello specifico, si assume che essi abbiano concordato l’acquisto degli accumulatori al piombo esausti, per veicoli e industriali, raccolti dal sistema COBAT RIPA/COBAT e dagli altri sistemi di raccolta nazionali. Ciò in violazione dell’art. 101 del Trattato sul Funzionamento dell’Unione europea.

Nella giornata di martedì 10 dicembre, i funzionari dell’Autorità hanno svolto ispezioni nelle sedi delle società interessate.

Il procedimento si concluderà entro il 30 marzo 2021.
www.agcm.it

Roma, 11 dicembre 2019

Ti potrebbe interessare

Back to top button