Comunicati Stampa

Antitrust: sanzione di 200mln ad Amazon e Apple

Consumerismo: bene sanzione contro strapotere colossi, ma entità multa è ridicola. Sanzioni dell’Antitrust devono essere più pesanti, limiti a concorrenza danneggiano tutti i consumatori

Sanzione giusta ma punizione leggera

Sanzione giusta ma punizione troppo leggera per le due società, i cui comportamenti hanno arrecato un danno economico alla categoria dei consumatori. Lo afferma No Profit commentando la sanzione da 200 milioni di euro inflitta dall’ ad e Amazon per restrizioni all’accesso degli operatori sul marketplace Amazon.it

La sanzione non appare adeguata ad essere deterrente verso comportamenti lesivi della concorrenza

“Amazon e sono tra le prime 5 aziende al mondo e insieme valgono quasi 4mila miliardi di dollari – spiega il presidente di No Profit, Luigi Gabriele – Una sanzione da 200 milioni di euro, considerati i fatturati delle due aziende, appare ridicola e in grado di fare appena il solletico ai due colossi, e non risulta adeguata a fungere da deterrente verso comportamenti che ledono la concorrenza e, quindi, i consumatori”.

Necessario potenziare le sanzioni dell’ per combattere lo strapotere delle maxi- società

“Ricordiamo infatti che la limitazione all’accesso di venditori sulle piattaforme di e-commerce e le condizioni imposte agli operatori si riflettono in modo diretto sui prezzi dei prodotti venduti online, aumentando i guadagni di società come o Amazon a danno dei consumatori – prosegue Gabriele – Per tale motivo riteniamo indispensabile potenziare le sanzioni dell’Antitrust, incrementando il loro valore perché solo colpendo le casse dei colossi sarà possibile combattere lo strapotere delle maxi-società”.

Ti potrebbe interessare

Back to top button