Consumatori

Bollette elettriche, verso la conferma della maggior tutela da parte della UE

Se non leggi correttamente questo messaggio, clicca qui


Dall’EUROPA nuove misure sul mantenimento della Maggior Tutela
Carlo DE MASI, Presidente di Adiconsum nazionale:
Le nuove misure proposte necessitano di un’attenta valutazione
per tutelare in maniera adeguata in primis i consumatori
  21 dicembre 2018 – Dal Trilogo Europeo, ovvero i Rappresentanti del Parlamento, Consiglio e Commissione Europea, emerge la volontà di confermare la MAGGIOR TUTELA, in particolare per i clienti vulnerabili.

Da quanto si evince dai resoconti disponibili, si configurerebbero le seguenti previsioni:

·       Gli Stati Membri possono mantenere prezzi regolati non solo per i clienti vulnerabili, ma anche per i clienti domestici e per le piccole imprese, avendo però cura di mantenere al minimo l’impatto sul mercato all’ingrosso

·       Gli Stati Membri hanno l’obbligo di dare conto alla Commissione sull’applicazione dei prezzi regolati entro gennaio 2022

·       Entro il 2025 la Commissione dovrà pubblicare un report col quale avrà la facoltà di proporre la fine dei prezzi regolati

·       La Commissione chiarirà le definizioni di “povertà energetica” e di “cliente vulnerabile” ai fini del reporting

·       I Venditori con più di 200.000 clienti avranno l’obbligo di offrire un contratto caratterizzato da prezzi dinamici (i.e. che riflettano i prezzi del mercato spot)

·       Entro il 2026 il processo di switching dovrà avvenire in 24 ore per tutti i clienti.

 
Le nuove misure proposte, che richiedono necessariamente una verifica a livello europeo dell’evoluzione del mercato dell’energia (dal 2022 al 2025) – sottolinea CARLO DE MASI,Presidente Adiconsum nazionale – potrebbero creare distorsioni di mercato. È evidente che la materia dovrà essere oggetto di attenta valutazione anche nel nostro Paese per tutelare in maniera adeguata in primis i consumatori rispetto ad un’evoluzione che ad oggi assume ancora contorni non troppo chiari.

Lascia un commento

Back to top button