News

Cinque consigli per risparmiare denaro sull’acquisto di un’auto usata

CarGurus: Cinque consigli per risparmiare denaro sull’acquisto di un’auto usata

La regola è la stessa che applica chi dirige un’azienda: per risparmiare denaro sull’acquisto di un’auto usata, il segreto sta nella dinamica di domanda e offerta. CarGurus (www.cargurus.it) – uno dei principali marketplace di auto a livello mondiale –  ha realizzato una breve guida per aiutare gli acquirenti ad identificare gli scenari in cui l’offerta è elevata o la domanda è inferiore e quindi riuscire a risparmiare sull’acquisto di un’auto usata.

1. Saper attendere il momento giusto

Non stupirà sapere che molte persone ricercano auto decappottabili in primavera e in estate, o che le ricerche di modelli 4×4 aumentano vertiginosamente quando si preannunciano nevicate. I prezzi aumentano di pari passo con la domanda.

Motivo per cui, se si cerca una decappottabile mentre la maggior parte degli acquirenti è interessata a una 4×4, o vice versa, è possibile beneficiare di una domanda inferiore e coglierne i vantaggi nel corso dell’anno.

Vale anche la pena di considerare che le vendite di auto usate di solito calano a dicembre, in quanto tutti pensano al Natale; un momento che può rivelarsi propizio per concludere ottimi affari. Una situazione simile, anche se con minor intensità, si verifica in estate, poiché la maggior parte delle persone spende per le vacanze piuttosto che per le automobili.

2. Pagare meno per avere di più

Per molti acquirenti l’idea di scegliere deliberatamente un modello con consumi di carburante elevati e un’assicurazione poco interessante può avere davvero scarso valore. Tuttavia, per un guidatore esperto, che gode di un’ottima classe di merito presso le assicurazioni e non percorre così tanti chilometri all’anno da essere penalizzato dalle spese per il rifornimento, esistono ottime occasioni nel mercato delle auto di seconda mano.

Esempi di cosa cercare possono essere le auto familiari con motori potenti o grandi auto di lusso progettate per coccolare gli occupanti in viaggi confortevoli e rilassanti. È vero, entrambi gli esempi sono soggetti ad una gestione più complicata rispetto ad auto più piccole ed economiche, e quindi comportano maggiori costi di manutenzione a lungo termine, ma con il denaro risparmiato sull’acquisto iniziale questo non dovrebbe essere un grande svantaggio.

3. Il chilometraggio non conta

D’accordo, questo titolo può apparire un po’ provocatorio, ma la verità è che moltissime auto in circolazione sono costruite per durare ben più di 100.000 chilometri.

La chiave per l’acquisto di un’auto che ha percorso molti chilometri sta nell’attenzione ai modelli che notoriamente offrono più affidabilità e sono stati utilizzati prevalentemente su tratti autostradali. Anche le vetture aziendali possono essere un buon terreno di caccia, in quanto il chilometraggio elevato è spesso compensato da ottime dotazioni e da un programma di tagliandi eseguito secondo la tabella prevista dal produttore.

4. Essere pronti a viaggiare

Gli acquirenti disposti a viaggiare per l’acquisto di un’auto possono risparmiare centinaia o anche migliaia di euro approfittando delle variazioni di prezzo che esistono a livello regionale.

Purtroppo, non c’è una regola fissa secondo la quale una regione d’Italia è più conveniente di un’altra, perché dipende dal produttore, dal modello e dal tipo di auto. Tuttavia, utilizzando i tool giusti, come quelli offerti da CarGurus, diventa semplice scoprire in quali regioni ci sono offerte più convenienti.

Basta inserire il CAP e scegliere il modello desiderato, impostare il raggio di ricerca su “in tutto il paese”, e poi impostare i parametri di chilometraggio e anno di fabbricazione per ottenere un confronto dei prezzi. In pochi secondi compariranno le indicazioni delle zone in cui generalmente si trovano le vetture più convenienti per i modelli prescelti.

5. Essere gentili

Questo suggerimento ha meno a che fare con la domanda e l’offerta, ma piuttosto con il buon senso. Tuttavia vale la pena di ribadire il concetto: un venditore sarà più disposto ad essere flessibile sul prezzo se l’acquirente gli sarà simpatico. E’ necessario sorridere, essere gentili, e se si pensa che l’auto sia stata ben tenuta, è bene farlo notare al venditore.

Bisogna comunque ricordare che si sta concludendo un affare. Non si deve avere paura di contrattare sul prezzo offerto. Se si acquista da un concessionario, non è mai fuori luogo chiedere che l’auto sia consegnata con il pieno di carburante. Se dirà di no, non sarà un grave danno, ma se dirà di sì, o se accetterà di riempire mezzo serbatoio, sarà comunque un ulteriore risparmio.

Back to top button