Consumatori

Come regalare un giocattolo sicuro

UNOMATTINA, RAI1 di  Giovedì 19 dicembre 2019. Riguarda la puntata a questo link

Di Serpico – d’Addario

in studio:

LUIGI GABRIELE – Adiconsum

VALERIO ROSSI ALBERTINI – fisico Cnr

Il Natale si avvicina e i negozi mettono in bella mostra i giocattoli per i nostri bambini. Sotto l’albero non possono mancare i regali per i più piccoli, ma bisogna stare attenti a quello che compriamo. Come fare allora per acquistare un giocattolo sicuro?

E’ davvero importante chiarirlo, soprattutto perché in questi giorni ci sono stati sequestri di giocattoli pericolosi  in tutta Italia: da Napoli passando per  Teramo, Modica, Catania fino ad arrivare a Bari…

Si tratta di  migliaia di prodotti con marchi contraffatti, privi dei requisiti di sicurezza, che vengono ritirati dal commercio dalla Guardia di Finanza.

Secondo i dati dell’Agenzia delle Dogane e Monopoli, che ha avviato una campagna di sensibilizzazione sul tema, il 50% dei giocattoli esaminati non è conforme alla legge.

Domanda a Luigi Gabriele ADICONSUM: come possiamo riconoscere un giocattolo sicuro e certificato?

I giocattoli non conformi, sono tali per la presenza di sostanze tossiche e/o parti infiammabili, taglienti o staccabili.

“Io Sono Originale” è l’iniziativa finanziata dal Ministero dello Sviluppo economico Direzione Generale per la Lotta alla Contraffazione – UIBM e realizzata dalle associazioni dei consumatori*, che mette in campo attività di informazione e di sensibilizzazione per i cittadini sulla contraffazione e sulla tutela della proprietà industriale.

Come riconoscere un marchio corretto da uno contraffatto

Domanda: La fascia di età più a rischio è quella dei bambini fino a 36 mesi, quali sono le maggiori fonti di pericolo?  

Risposta: per la presenza di piccole parti (potenzialmente staccabili dall’oggetto e pericolose per il possibile soffocamento) e per il contenuto di ftalati superiore a quanto previsto dalle disposizioni di legge. Un’altra fonte di rischio è il surriscaldamento giochi elettronici.

Cosa deve essere indicato sull’etichetta del giocattolo

Domanda: Un altro degli errori più frequenti è regalare giochi non adeguati all’età del bambino.

Risposta: non va anticipata l’età e bisogna gettare via immediatamente le confezioni in plastica dei giocattoli: potrebbero costituire un pericolo per i bambini.

Domanda: Si parla sempre di nativi digitali, ma a che età è consigliabile far giocare i bambini con smartphone e tablet?

Risposta: il più tardi possibile; sono altamente pericolosi e generano esclusione sociale…

Agenzia

Giocattoli: al via campagna per sicurezza di Agenzia DOGANE 

“Non si gioca con la salute dei bambini” che l’Agenzia DOGANE e Monopoli, attraverso i social media, ha voluto lanciare per sensibilizzare l’opinione pubblica sul tema della sicurezza dei giocattoli e informarla sul lavoro che viene svolto dai laboratori chimici dell’Agenzia nella verifica dei requisiti di conformità di questi prodotti. Protagonista del primo spot è il conduttore e autore televisivo Paolo Bonolis.

Circa il 50 per cento dei giocattoli esaminati risulta non conforme per la presenza di sostanze tossiche e/o parti infiammabili, taglienti o staccabili, quindi molto pericolose per i bambini. E risultano privi dei requisiti soprattutto quelli destinati
alla fascia di età 0-36 mesi, la più delicata.

Back to top button