News

Come scegliere una stufa elettrica

L’inverno è ormai alle porte e allora non si può che iniziare ad attrezzarsi per combatterlo. I più fortunati avranno già in casa un impianto di riscaldamento in grado di adempiere perfettamente al proprio compito. I “meno fortunati” invece si ritrovano o senza alcun impianto di riscaldamento (per via di un budget che non permette loro una simile spesa) o con un sistema che non è in grado di riscaldare adeguatamente tutte le camere. E in tali casi si cerca di ovviare a queste situazioni acquistando le stufe elettriche.

In molti però sono ancora restii all’acquisto di questi elettrodomestici perché si teme, in seguito, una bolletta da capogiro. Ma in realtà sfruttandole a dovere si riesce a beneficiare dell’adeguato riscaldamento senza dover consumare eccessiva energia elettrica.

Vediamo adesso i consigli su come risparmiare usando la stufa elettrica.

 

Stufa elettrica a convezione o ad irraggiamento: la scelta tra il riscaldamento duraturo o il riscaldamento immediato

Uno degli errori che si fa più comunemente è pensare che una stufa elettrica ad irraggiamento (ad esempio la alogena o quella al quarzo) abbia una capacità di riscaldamento tale, da mantenere la stanza calda a lungo. Questo non è propriamente vero, visto che tali stufette riscaldano le superfici e non l’aria, come accade invece per i modelli a convenzione. Quindi, se ci spostiamo dal campo d’azione delle medesime, avvertiremo più freddo ma mano che ci allontaniamo.
E ciò ci fa capire che, se vogliamo riscaldare una camera per un’intera giornata, dovremo tenere accesa la stufa per tutto il tempo. E in tal caso non possiamo che aspettarci brutte sorprese in bolletta.

Discorso diverso se optiamo per una stufa elettrica a convenzione (come il termoventilatore o il termoconvettore). Questi elettrodomestici non riscaldano immediatamente, però la stanza – anche dopo averli spenti – resterà calda per un bel po’ di tempo. Ovviamente tale durata dipende da fattori come la grandezza della camera e l’isolamento termico.
Quindi, con un sistema di riscaldamento a convezione per riscaldare una camera per un’intera giornata non si avrà la necessità di tenerlo sempre acceso. E di conseguenza si risparmierebbe.

Da questo primo confronto si evince che le stufe elettriche a convenzione vanno utilizzate per il riscaldamento a lungo termine, mentre le stufe elettriche ad irraggiamento vanno utilizzate per il riscaldamento immediato.
Per ulteriori informazioni sulle sotto-tipologie da preferire si può consultare l’articolo specifico su come scegliere una stufa elettrica.

 

Termostato e antigelo: le funzioni che aiutano a risparmiare

Le stufe elettriche del passato non avevano tutte le funzioni di cui si può beneficiare adesso. Però tali innovamenti vanno sfruttati e non sempre è così. Ciò accade perché non si ha voglia di studiare il loro funzionamento o, magari, il libretto di istruzioni non è molto chiaro. In ogni caso non utilizzarle sarebbe un grosso errore perché certe caratteristiche aiuterebbero (e tanto) a risparmiare.

Elenchiamo adesso le principali funzioni che bisogna utilizzare in una stufa elettrica a convenzione.

Termostato ambiente: dispositivo che ormai è presente in quasi tutte le nuove stufe elettriche. Il suo compito è davvero prezioso perché tramite esso possiamo impostare la temperatura desiderata. Se in una stanza si desidera un livello di 22°, allora basterà impostare tale limite. Così facendo l’elettrodomestico si spegnerà quando nell’ambiente verranno raggiunti i 22°. Se non si imposta tale limite la stufa continuerà a restare accesa e, quindi, a consumare energia inutilmente.

Antigelo: altra funzione importante e che ci consente di accendere automaticamente la stufa elettrica solo quando ce n’è davvero bisogno. Magari c’è una stanza in cui non entriamo spesso, non per questo vogliamo che sia troppo fredda. Posizionando all’interno la stufetta e attivando la funzione antigelo, la stessa si attiverà solo quando la temperatura scenderà al di sotto dei 5 gradi.

Quindi, combinare la funzione antigelo con il termostato è un’ottima soluzione per accendere e spegnere il sistema di riscaldamento solo quando è più opportuno.

Lascia un commento

Back to top button