News

Cosè lo SPID | il Sistema pubblico d’identità digitale: intervista di Poste Italiane a Luigi Gabriele

Intervista a  Luigi Gabriele per la NewsLetter di PosteItaliane-

qui per vedere l’articolo originale: news letter di Poste italiane

1)      Qual è secondo lei il valore aggiunto di avere un’identità digitale?

 

SPID, il sistema pubblico di identità digitale che permette di assicurare il riconoscimento dell’utente elettronico durante le interazioni digitali, è stata una vera innovazione. Poter accedere a tutti i servizi online della pubblica amministrazione con un’unica identità digitale ha snellito e semplificato la vita delle persone, che dovevano tenere a mente o segnare su foglietti che andavano inevitabilmente perduti, decine di password.

Certo, la maggior parte delle persone ne rimane tagliata fuori data la scarsa competenza digitale dei più e l’età avanzata della nostra popolazione, ma col tempo i “nativi digitali”, nel giro di 10 anni troveranno naturale utilizzare questo servizio.

2)      In cosa differisce/si differenzia lo Spid di Poste da altre identità digitali?

Ovviamente è un servizio ad hoc che permette di usufruire dei servizi di Poste Italiane, quali ad esempio: accedere alle proprie carte, al proprio conto Banco Posta, ma ancora più importante permette di ritirare le raccomandate online in tutta Italia, inoltre si possono richiedere i certificati statali con valenza legale. Quindi lo Spid di Poste ha il valore aggiunto di semplificare la vita non solo ai suoi clienti, che sicuramente ne possono beneficiare, ma a tutti i cittadini che ne vogliano usufruire.

 

3)      Quali migliorìe si possono apportare ancora?

                Chi sceglie Poste Italiane per richiedere lo SPID ha a disposizione due modalità: attraverso       Bancoposta o Ufficio Postale.
Il rilascio presso l’Ufficio Postale avviene in 5 minuti, mentre l’inserimento dati con Poste Italiane ha   un tempo medio più lungo e svariati passaggi che, sicuramente sono dovuti alla sicurezza estrema            che si vuole avere durante la registrazione, ma che la rendevano/rendono un pò macchinosa             soprattutto per chi non è avvezzo.Per questo mi sento di lanciare una sfida a Poste Italiane: “semplificare la sicurezza” di un servizio        che può offrire dei vantaggi enormi per chi vuole dare un nuovo assetto alla pubblica   amministrazione in Italia, snellendola e rendendone più rapidi così accessi e processi.

Lascia un commento

Back to top button