Consumatori

Diritto di recesso e diritto di reso, c’è una bella differenza!

Di Luigi Gabriele

Finiti i bagordi di Black Firday e CyberMonday, ho la sensazione che i trasportatori abbiano un bel da fare nel riportare indietro prodotti che non ci sono piaciuti, che non andavano bene, oppure che ci hanno deluso quando abbiamo toccato con mano il prodotto.

Ho provato a chiamare un call center per rendere un prodotto difettoso, e ho impiegato 3 giorni per mettermi in contatto con qualcuno solo per avere il numero di restituzione.

Attenzione c’è una bella differenza tra diritto di recesso e diritto di reso e vediamo quali sono queste differenze.

Diritto di reso 

  • il diritto di reso si applica sempre sia se acquisti on line che nel negozio fisico, oppure con il porta porta, al telefono o in una bella trasmissione tv. Insomma si applica quando compri ovunque.

Significa che se il prodotto è viziato, rotto, o  comunque presenta evidenti anomalie/difformità rispetto a quanto reclamizzato, il consumatore ha diritto di restituirlo e non avere alcuna spesa a suo carico.

Quali diritti ha il consumatore? 

Prima opzione:  il consumatore ha diritto alla  Riparazione o sostituzione del prodotto. Entrambi i casi devono avvenire in tempi congrui e a carico del venditore.

Nel caso questo non è possibile, si può avere uno sconto sul prodotto se il consumatore è d’accordo(seconda opzione).

Se non intende accettare questa proposta, ha diritto alla risoluzione del contratto con spese per il ritiro a carico del venditore.

Il venditore può anche offrire un voucher(terza opzione), ma il consumatore deve sempre essere d’accordo.

Che spese ha il consumatore?

In questo caso nessuna spesa è addebitabile al consumatore.

In sintesi, hai diritto a restituire tutto quello che non funziona o che non è integro e i costi sono a carico di chi ha venduto.

Non hai diritto a restituire qualcosa perchè hai cambiato idea o non ti piace.

Discorso a parte è il cambio merce se qualcosa non ti va bene o è rovinato, questo prevalentemente si applica all’abbigliamento. Ma ricorda è una gentile concessione del commerciante e non è sempre un tuo diritto.

Diritto di RECESSO

Si applica solo se compri fuori dai locali commerciali(on line, telefono, Tv, per strada, porta a porta).

Vuol dire che hai ricevuto il prodotto ma alla fine te ne sei pentito o non ti piace più.

E’ il diritto del consumatore di recedere dal contratto di acquisto entro un  certo termine dalla consegna del bene o dalla conclusione di un contratto di servizi. 

Si applica ai: 

• Contratti conclusi a distanza 

• Contratti conclusi fuori dai locali commerciali 

Che cosa si intende per contratto a distanza? 

• contratto a distanza – il professionista ed il consumatore non si trovano nello stesso luogo al momento della conclusione del contratto ed il contratto è stato negoziato e concluso attraverso mezzi di comunicazione a distanza.

• Il consumatore, in tale circostanza, non ha la possibilità di esaminare il prodotto in un momento anteriore alla conclusione del contratto.

Entro quanto tempo posso esercitare?

Il consumatore ha 14 giorni di tempo per decidere se recedere o no dal contratto concluso a distanza o fuori dei locali commerciali: 

• Senza motivare o giustificare la decisione 

• Senza dover pagare alcuna spesa al professionista 

Che spese deve sostenere il consumatore?

Se il venditore lo prevede, sono a carico del consumatore le spese per la riconsegna del bene, e nel caso in cui il bene non sia integro(rotto o manomesso), deve anche pagare il costo del bene stesso o la sua riparazione, insomma per essere restituito il prodotto deve essere rivendibile.

In sintesi: hai diritto a sostituire quello che non ti piace, ma i costi sono a tuo carico.

Consigli:

  • Conservate sempre la scatola o la confezione dei prodotti senza distruggere o manometterle per almeno 14 giorni dalla ricezione.
  • Conservate i libretti d’istruzione e ogni altra documentazione presente all’interno degli involucri.
  • Conservate tutte le prove d’acquisto e di pagamento.
  • Verificate prima dell’acquisto i costi per il recesso applicati dal venditore.
  • Verificate la modalità per esercitare il recesso o reso prima di ogni acquisto.
  • Informatevi bene sui prodotti che volete acquistare leggendo recensioni e possibilmente vedendo fisicamente i prodotti.
  • Per finire,  gli elettrodomestici che non conoscete già, vi consiglio di acquistarli nel negozio fisico, in modo da essere sicuri che è quel che cercate e non avere brutte sorprese al suo arrivo a casa.

Fonte per approfondimenti:

CEC- Italia

Ti potrebbe interessare

Back to top button