Consumatori

GAS E LUCE, 1 luglio 2019 finisce il mercato tutelato. Approfondimento di Unomattina con Luigi Gabriele

Ad #Unomattina nella Puntata del 30/04/2018 è stato approfondito il tema della fine del Mercato tutelato che avverrà il 30 giugno 2019. Quindi a decorrere dal 1 luglio 2019, tutti gli utenti di luce e gas dovranno avere un fornitore operante nel libero mercato.

 

TEMI

1: DAL 1 LUGLIO STOP AL MERCATO TUTELATO

2: MERCATO TUTELATO E MERCATO LIBERO

3: CHI OPERA NEL MERCATO DELL’ENERGIA

4: LE QUOTE CHE COMPONGONO LA BOLLETTA

5: COME IMPARARE A LEGGERE LA BOLLETTA

6: COSA TROVEREMO SUL “PORTALE OFFERTE”

7: L’IMPORTANZA DEL “PESA CONSUMI”

Dal 1 luglio scatta lo stop ai contratti per luce e gas nel mercato tutelato: da quella data in poi, salvo modifiche successive, tutti i contratti per l’energia saranno stipulati nel cosiddetto mercato libero.

Ma come orientarsi tra offerte diverse? E come imparare a scegliere in maniera consapevole, prestando attenzione a poche accortezze, che però possono farci risparmiare?

Passare al mercato libero sarà semplice o, come è successo troppe volte in passato, potrebbero trovarci anche in questo caso di fronte a disservizi e lunghi tempi di attesa?

Il passaggio al mercato libero è facile e veloce. Non comporta nessuna interruzione della corrente nè una riduzione della qualità del servizio: la luce e il gas erogato saranno gli stessi. A cambiare è il prezzo dell’energia elettrica e del gas. Una volta inoltrata la richiesta, sarà il nuovo fornitore ad occuparsi di comunicare al vecchio la volontà del cambio fornitore del cliente. Entro due mesi le utenze saranno regolarmente attive con il fornitore da te scelto.

Ed è davvero tutto gratuito?

Il passaggio da un operatore all’altro non costa nulla salvo gli eventuali costi del bollo di 16 €, raramente richiesto dal nuovo fornitore, e del deposito cauzionale. Un consiglio: pagare con l’addebito delle bollette sul conto bancario conviene, con gran parte dei fornitori questa modalità di pagamento permette di evitare di dover pagare il deposito cauzionale!

 Ma chi sono i soggetti che compongono il mercato dell’energia e del gas? Cioè dove vanno a finire i soldi delle nostre bollette?

I SOGGETTI DEL MERCATO ENERGIA E GAS

 

 I SOGGETTI

  • PRODUTTORE
  • DISPACCIATORE
  • DISTRIBUTORE
  • VENDITORE

 

Nella bolletta una parte del costo, circa il 60%, è destinata al dispacciatore, al distributore e altri costi fiscali…e il restante 40%?

È quella parte di bolletta (nel mercato libero), contrattabile tra fornitore e cliente, mentre nel mercato tutelato è il frutto dell’acquisto di energia da parte di un delegato dello Stato, chiamato “acquirente unico”.

 Possiamo dire che i consumatori siano sufficientemente attrezzati a saper “leggere” una bolletta? A cosa dobbiamo prestare particolare attenzione?

No, purtroppo circa il 90% degli utenti è colpito dal cosìddetto “analfabetismo funzionale”, a causa del quale non si capisce cosa è contenuto in una bolletta, come si “legge” correttamente il contatore…né quanto si consuma effettivamente.

 

Quali sono le buone abitudini che dovremmo imparare per evitare brutte sorprese all’arrivo della bolletta?

 

Leggere regolarmente il contatore di luce e gas, segnando l’ultimo dato rilevato ogni mese e confrontarlo con il fornitore per vedere se i dati coincidono. Capire quanto gas ed energia si consumano serve anche per vedere se l’uso degli elettrodomestici è coerente oppure no. Infine, capire quanto costa al netto un KWh di energia o un metro cubo di gas.

 

ESSERE UN UTENTE CONSAPEVOLE

 

COME DIVENTARE

UTENTI CONSAPEVOLI

 

LEGGERE REGOLARMENTE IL CONTATORE

SEGNARE MENSILMENTE I DATI RILEVATI

E CONFRONTARLI CON IL FORNITORE

 

Da quest’estate(2018) invece, di quali strumenti potremmo avvalerci per fare la nostra libera scelta?

 

IL PORTALE OFFERTE

Sito istituzionale che RACCOGLIE TUTTE LE OFFERTE PRESENTI SUL MERCATO e che GRAZIE AL “PESA CONSUMI” AIUTERÀ A DETERMINARE L’OFFERTA PIÙ VANTAGGIOSA

 

Sicuramente, del “Portale offerte”, che raccoglierà tutte le offerte per gas ed energia presenti sul mercato, come stabilito dall’Arera (Autorità di regolazione per energia, reti e ambiente). Su questo portale, grazie al “pesa consumi”, si potranno stabilire le offerte più convenienti in base al consumo-tipo e all’utenza.

 

Di Antonio Manetta e Luigi Gabriele   

Lascia un commento

Back to top button